Marco Mengoni a Domenica in… onda del 12 dicembre 2010 (video)

di Sebastiano Cascone 9

Chiamato nuovamente a risollevare l’Auditel di Domenica in… onda, il segmento condotto da Lorella Cuccarini, Marco Mengoni (seconda ospitata in poco più di un mese) si è cimentato con una versione unplugged dei suoi ultimi successi, Credimi ancora ed In un giorno qualunque. Così la conduttrice ha annunciato la performance live del Re Matto:

Un artista straordinario, ha bruciato tutte le tappe. Ha avuto successo oltre i confini italiani. E’ un cantante che tutti ci invidiano. E’ stato riconosciuto a livello internazionale, come miglior interprete europeo.

Dopo il salto, trovate i video completi della sua partecipazione all’interno del contenitore domenicale di Raiuno.


Commenti (9)

  1. Ma solo a me sembra un po’ triste quando canta qui? non so leggo nei suoi occhi un o stato d’animo negativo.
    Cmq non è la 2° volta in 1 mese visto che la 1° volta è andato 2 mesi fa (lo dice anche Lorella durante la puntata).
    Inoltre Sebastiano hai messo 2 volte lo stesso video 😉

  2. pare avesse l’influenza,comunque sempre grande.

  3. Si aveva un pò il naso chiuso quando parlava …e no anche io ho notato che fosse un pò triste :((

  4. un po’ triste forse, un po’ malinconico, talmente immerso nella sua musica da essere probabilmente un po’ estraneo a ciò che aveva intorno ma….. accidenti, avete sentito come ha cantato?
    IUGQ in versione minimal, intima; Credimi Ancora completamente riarrangiata, un’altra canzone proprio. Un pianoforte e la sua voce, tutto semplice, tutto pulito, tutto semplicemente fantastico: le note del piano a rincorrere le note della sua voce, di cui si sono sentite tutte le sfumature, tutti gli strabiglianti toni, gli alti e i bassi, caldi e sinuosi, tutte le vibrazioni, tutti i sospiri.
    Marco Mengoni non è un Artista Qualunque, lui è speciale.

  5. Certo che o sentito ma che domanda è da fare poi propio a me che non mi perdo un ospitata tv di Marco??!!! 😛 … sul momento di queste piccole cose che era triste e un pò raffreddato non ci ho fatto caso subito talmente la sua voce mi prendeva l’anima …
    … sono state due performance molto intime e sentite ,specialmente Credimi ancora al pianoforte con il Maestro Calabrese secondo me!

  6. ops ho(scusate è l’ora 😛

  7. ho appurato che era un po contrariato e con lui anche Lorella ,Luca e il suo staff xhè era in programma un ‘esibizione con lorella relativa al musicol il pianeta proibito che non ha potuto fare x motivi di tempo…….la trasparenza di questo ragazzo è disarmante.

  8. “Un artista straordinario, ha bruciato tutte le tappe. Ha avuto successo oltre i confini italiani. E’ un cantante che tutti ci invidiano. E’ stato riconosciuto a livello internazionale, come miglior interprete europeo”…………….è stato riconosciuto a livello internazionale!? ma quando? forse allude al premio ricevuto recentemente grazie ai voti gratuiti, dati tramite internet dai fan italiani …e questo sarebbe un riconoscimento, addirittura, internazionale? ma per favore, non mi sembra che abbia cantato all’estero neanche quando è andato a ritirare questo premio a Madrid, quindi ? Credo ci voglia un pò più di umiltà. Personalmente gli riconosco una certa capacità tecnica peraltro troppo ostentata ma nessuna novità musicale e di contenuti, è solo pop commerciale, comunque in bocca al lupo.

  9. Giulio guarda che il regolamento per vincere il Best Europen Act era così,votare nel sito! lo stesso anche per gli altri cantanti stranieri che erano in gara,è vero non si è esibito…ma si è fatto comunque molta pubblicità all’estero,infatti i giornali di tutta europa il giorno dopo ne parlavano e nel fanclub sono arrivati i primi fan stranieri..su youtube inoltre ci sono commenti in inglese sotto i video delle canzoni…!! e ti assicuro che lui è umile…se non conosci a fondo il cantante allora il tuo è solo giudicare ,ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>