Uomini e donne, il padre di Antonello Zara: “Chiederò che venga fatta giustizia ai magistra­ti di Strasburgo”

 
Monia Gelfo
6 aprile 2011
Commenta

antonello zara Uomini e donne, il padre di Antonello Zara: Chiederò che venga fatta giustizia ai magistra­ti di StrasburgoValter Za­ra, padre di Anto­nello, ex tronista morto in seguito ad un incidente stradale in Costa Smeralda nel 2008, grida la sua rabbia a Cronaca qui.

Ad averlo ucciso è stato un 20enne monzese, Matteo Sgari­boldi, che viaggiava contromano e che ha avuto soltanto un anno di reclusio­ne (pena che è stata sospesa), il ritiro della patente per 18 mesi e  una multa per eccesso di velocità.

Valter, insieme alla moglie Patrizia, spiega il suo forte disappunto per quanto deciso dalla giustizia italiana in queste parole:

il mio più gran­de tormento è che in questa sto­ria non c’è stata verità. Abbiamo perso il nostro unico figlio, investito da un’auto killer che andava contromano, ma non è accettabile che la giu­stizia tuteli prima i colpevoli. Quella tragica notte infatti, la polizia intervenuta ha sottoposto Antonello al test del­l’alcol e della droga, nonostante fosse la vittima agonizzante, e ha mandato a casa, senza alcun esa­me, il ventenne monzese alla gui­da del Bmw che viaggiava con­tromano, perché diceva che si sentiva stanco. Non è un dettaglio di poco conto il fatto che l’investi­tore abbia potuto abbandonare il luogo dell’incidente senza esse­re sottoposto ai test. Che razza di giustizia è questa?

Il papà di Antonello aggiunge che da allora la sua vita non è stata più la stessa:

mi sveglio sempre verso le 4 di notte, l’ora in cui mio figlio ha perso la vita. Quella sera Anto­nello era felice ed era uscito con lo scooter per passare qualche ora in compagnia di alcuni ami­ci. Aveva da poco partecipato a una puntata di Uomini e Don­ne e aveva appena ricevuto la proposta per una parte da attore in un film. Era pieno di sogni da realizzare, ma l’epilogo è stato tragico.

Il signor Zara ribadisce di essere alquanto amareggiato:

nessuno ci ha reso giustizia, a partire dai due agenti che non hanno fatto l’esame del palloncino e il drug test al conducente dell’auto kil­ler. Ma naturalmente non mi voglio arrendere. Ho già contat­tato un legale per portare avanti la mia battaglia alla Corte di giustizia europea. Chiederò che venga fatta giustizia ai magistra­ti di Strasburgo, visto che la giustizia italiana non lo ha fat­to.

Ci uniamo alla famiglia Zara nel dolore. Ci auguriamo che venga fatta giustizia al più presto.

Commenta!

Articoli Correlati
YARPP
Uomini e Donne, Antonello Zara: un milione di euro di risarcimento per i genitori

Uomini e Donne, Antonello Zara: un milione di euro di risarcimento per i genitori

Molti di voi si ricorderanno di Antonello Zara, informatore medico scientifico ed ex tronista di Uomini e Donne, scomparso a 31 anni,  quasi 4 anni fa, in Costa Smeralda, investito […]

Antonello Zara, il mondo del web lo ricorda ad un anno dalla morte

Antonello Zara, il mondo del web lo ricorda ad un anno dalla morte

Un anno fa moriva Antonello Zara, il tronista di Uomini e donne, ricordato da tutti coloro che lo conoscevano personalmente per i suoi modi semplici e gentili. Oggi la rete, […]

Antonello Zara, il tronista dal cuore d’oro!

Antonello Zara, il tronista dal cuore d’oro!

Antonello Zara, il tronista dal cuore d’oro scomparso prematuramente quest’estate, è ancora vivo nei cuori di tutti gli affezionati al programma e non solo! L’8 Agosto 2008 Antonello torna a […]

Valentina Gioia parla di Antonello Zara

Valentina Gioia parla di Antonello Zara

La presenza di Valentina Gioia, ieri, a Mattino5, durante uno spazio dedicato ai metodi per superare il dolore di una perdita, è stata una buona occasione per ricordare Antonello Zara, […]

Antonello Zara morto in un incidente stradale

Antonello Zara morto in un incidente stradale

E’ morto in un incidente stradale una settimana fa Antonello Zara, che voi lettori ricorderete per aver partecipato a Volere o Volare e successivamente, nella stagione 2003-04 a Uomini e […]