Giorgio Ronchini e Alberto Baiocco “In quattro si sta meglio”