Amici 16, anticipazioni puntata 1 dicembre 2016

di Redazione Commenta

Amici 16 entra nel vivo, la classe è stata formata e le lezioni sono cominciate. L'appuntamento con la scuola più famosa della Tv è dal lunedì al venerdì, alle 13.50, su Real Time

Amici 16 entra nel vivo, la classe è stata formata e le lezioni sono cominciate. L’appuntamento con la scuola più famosa della Tv  è dal lunedì al venerdì, alle 13.50, su Real Time (Canale 31).

Garrison incontra Sebastian in palestra, gli esprime la massima soddisfazione per come abbia ballato la sua coreografia e gli dice di trovare in lui delle qualità che vanno oltre quelle del ballerino, lo considera un attore e per lui è importante che si racconti una storia quando si balla; Sebastian spiega che il suo insegnante da piccolo diceva che non trasmetteva abbastanza emozioni, ma per Garrison non è così, ha qualcosa di speciale e per questo gli consegna il testo della musica “La maschera”, che secondo lui rappresenta la storia del ragazzo; l’allievo gli dice che spesso non riesce ad aprirsi nei confronti degli altri forse perché si vergogna e il docente ribadisce che è un ragazzo sensibile e deve lavorare su se stesso. Marta rivela a Rudy delle difficoltà che sta avendo su “Without you”, l’insegnante la ascolta ma la stoppa subito perché non interpreta la canzone adeguatamente e la sua interpretazione fa “dormire”, quindi le dice che è come se avesse il terrore di sbagliare, è rigida, scolastica e schematica; Marta ammette che il brano la emoziona anche se non è quello che avrebbe scelto ma Rudy la mette in guardia, deve cambiare atteggiamento, non può passare un’altra settimana così altrimenti resta indietro, deve sbloccare cuore e mente se no non comunica nulla. La Peparini verifica la coreografia comune di Veronica e di Raffaella, trovando entrambe forti anche se con una sensualità che arriva in modo differente; la docente invita le ragazze a trovare un aggettivo per loro stesse e per la rivale e poi lascia la sala soddisfatta, dopo di che le due ballerine commentano tra loro. Shady fa ascoltare a Boosta la sua versione di “Rolling in the deep” mentre lui la accompagna al piano e le dà dei consigli per migliorarsi; di seguito l’insegnante la invita a cantare altro, quindi le fa ascoltare dal suo cellulare “Moon river” e le dà come compito di studiare una serie di artisti degli anni ’50 rappresentativi dei “crooner”. Emanuel lo verifica Andreas nel passo a tre con Marcello e Giuseppe; al termine il docente non è soddisfatto, trova che l’allievo talvolta ci sia e altre sia sconnesso, nota la sua passione per la danza ma vuole che la faccia emergere; Andreas gli spiega di avere un blocco in questo stile e l’insegnante lo esorta ad aprirsi di più lavorando sulla pulizia del passo. Lo Strego elenca a Rudy i brani che sta preparando per questa settimana, tra cui c’è “Ci vuole orecchio” di Jannacci; l’insegnante, per il quale il grande artista milanese era una maestro nel saper cantare recitando, invita l’allievo a non aggiungere recitazione al pezzo, quindi lo ascolta in questo brano e in “A modo tuo” di Ligabue; Rudy lo preferisce in quest’ultima interpretazione e lascia la sala, poco dopo Lo Strego in sala relax esprime ai compagni tutta la propria amarezza per le difficoltà che sta trovando, spesso gli “salta” la voce e non riesce a fare ciò che prima gli riusciva senza problemi. La Celentano entra in sala dove c’è Erik dicendo di essere di buonumore ma, non appena il ballerino inizia le prove, lo riprende in molti momenti trovandolo non incisivo e moscio. Alessio cerca di imparare una breve coreografia supportato da Andreas ma i risultati non sono soddisfacenti per le ragazze, Vittoria ad esempio trova che lui abbia il “sex-appeal di uno scoiattolo”. Kledi osserva Sebastian in sala, gli fa alcune correzioni, gli dice che sembra si risparmi e trova che sia poco convinto di se stesso e delle sue potenzialità; l’allievo spiega che è questo è il suo carattere, ma per Kledi lui è sincero, educato e non deve cambiare perché sta facendo un ottimo lavoro; rimasto da solo, Sebastian commenta con Martina di sentirsi “gobbo”, quindi Kledi lo raggiunge in sala relax e lo tranquillizza, invitandolo a non farsi delle “paranoie”. Marc in sala con Braga dice di sentirsi “un idiota” per aver commesso l’infrazione al regolamento che lo ha fatto entrare in sfida; l’insegnante, secondo il quale l’allievo deve dimostrare di non essere solo “una macchietta”, vuole ascoltare la sua versione di “Come foglie” e “Angels”, quindi su quest’ultimo lo invita a trovare un’interpretazione diversa ai brani, aggiungendo di stare attento perché se non lo facesse potrebbe non essere più qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>