Amici 16, anticipazioni puntata 14 dicembre 2016

di Sara Bianchessi Commenta

Amici 16 entra nel vivo, la classe è stata formata e le lezioni sono cominciate. L'appuntamento con la scuola più famosa della Tv è dal lunedì al venerdì, alle 13.50, su Real Time

Amici 16 entra nel vivo, la classe è stata formata e le lezioni sono cominciate. L’appuntamento con la scuola più famosa della Tv  è dal lunedì al venerdì, alle 13.50, su Real Time (Canale 31).

La Peparini verifica la preparazione di Sebastian e Vittoria nel suo passo a due su “Why”, facendo assistere alle prove Giulia, Erik e Cosimo; a quest’ultimo la docente assicura che presto gli assegnerà una sua coreografia, a Giulia spiega l’aggettivo “scolastica” che le dato precisando che ha qualità ma deve crescere e ad Erik dice che è migliorato ma deve cercare strade nuove. Veronica chiede di vedere la sua coreografia ballata da Sebastian e Vittoria e al termine si mostra soddisfatta, è un piacere guardare i ballerini e le “trasmettono” molto. Rudy in sala con Lo Strego gli fa notare che per due sabati consecutivi non gli ha dato il punto e l’allievo si giustifica dicendo di aver avuto una settimana travagliata e non essere stato al massimo; il docente gli chiede di ascoltare “Don Raffaè” di De Andrè e, trovandolo poco capace nel dialetto napoletano, gli assegna il compito di pensare e parlare in partenopeo, quindi chiama il Maestro Perris per una consulenza ulteriore e in sala relax Lo Strego si fa aiutare da Cosimo e dagli altri compagni.

La Titova ripete il suo giudizio su Raffaella che trova un po’ “persa” rispetto ai casting, su Giulia che deve “svegliarsi” e su Vittoria che deve acquisire più femminilità; l’insegnante le convoca tutte e tre in palestra e insegna loro come far emergere la sensualità rispetto alla tecnica. Marcello ripete la gara degli inediti. Moro incontra Francesco, gli chiede di cantare una cover che al termine non lo colpisce particolarmente, poi il ragazzo interpreta “Ti scatterò una foto” di Tiziano Ferro e all’insegnante piace molto di più – non c’è paragone -; l’allievo quindi gli spiega che lui è sempre se stesso e non è artefatto quando si esibisce. Garrison osserva Sebastian e, dopo le prove, lo elogia pubblicamente dicendogli che quando balla non porta una maschera, “buca” lo schermo ed è molto veloce ad imparare. Boosta ha stabilito un’affinità con Shady che gli fa ascoltare “Don’t let me down” e il docente le consiglia di “migliorare di capoccia” altrimenti potrebbe andare via, gli piace il suo timbro, ma deve imparare ad arginarsi e comportarsi meglio; l’insegnante aggiunge che deve crescere in fretta nella gestione delle emozioni e la saluta ripetendole più volte in inglese che “il meglio deve ancora venire”. La Celentano fa delle correzioni a Giulia, la trova bella ed è sicura che non sarà mai volgare, ma deve far emergere la sua bellezza; al termine delle prove la docente la trova però moscia e noiosa e la esorta a darsi una svegliata. Braga è contento del lavoro fatto da Marta nonostante la ragazza non si sia esibita sabato e vuole ascoltare “Torn” e al termine l’insegnante le fa notare che questo brano era cantato dall’attrice Natalie Imbruglia che in quella interpretazione era come metaforicamente “nuda”, quindi invita l’allieva a spogliarsi di tutto ed essere una sorta di “nervo scoperto” chiedendo poi all’assistente Raffaella di abbracciarla durante l’esibizione; dopo questa ulteriore performance, Braga trova Marta migliorata nell’interpretazione – eri intima, fragile e nuda e questo si sente tantissimo -. Sebastian ha scoperto che Valentina ha scritto una canzone ispirata a lui e le chiede di fargliela ascoltare; l’allieva è imbarazzata, il ballerino tenta di convincerla in tutte le maniere, ma lei spiega di aver paura a confrontarsi con altre persone, quindi Sebastian le consiglia di far sentire il brano a qualcuno a lei vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>