Amici, Klajdi Selimi: “Per colpa di una donna sono dovuto tornare in Albania”

di Redazione 1

Spread the love

Qualcuno di voi si ricorderà sicuramente di Klajdi Selimi che si piazzò al terzo posto ad Amici 3. Solo qualche anno fa il ballerino albanese in Italia aveva trovato fama, successo, soldi e amore, peccato che proprio quest’ultimo lo abbia rovinato. La sua ex fidanzata lo ha infatti convinto a prestargli cifre importanti che non gli sono mai state restituite e ora Klajdi, che è stato costretto a ritornare in Albania, la trascinerà in tribunale.

Il ballerino, in un’intervista al settimanale Visto, racconta il motivo che lo ha spinto a tornare a Tirana:

Per due mesi sono stato ospite di qualche amico, non avendo più una casa dove stare. Non potevo continuare così. Ora, quando mi chiamano per qualche lavoro, prendo il traghetto di notte e il giorno dopo sono in Italia. 

Klajdi parla della donna che lo ha rovinato:

Era il 2007 e mi sono innamorato. Lei abitava a Reggio Calabria così, appena avevo qualche ora libera, correvo in stazione per prendere il primo treno. Solo per vederla. l’avevo presentata anche ai miei amici. Quando mi ha chiesto dei soldi in prestito per me era normale darglieli. Le servivano per la sua attività. Mi diceva che ero l’unico che poteva aiutarla perchè anche i suoi genitori non potevano fare nulla per lei.

Selimi era sicuro che i soldi gli sarebbero stati restituiti:

Ero così tranquillo che me li avrebbe restituiti che ho continuato a darglieli anche dopo che ci eravamo lasciati . Gli ultimi proprio un anno fa. Nonostante lei nel frattempo si fosse sposata e avesse avuto una figlia.

Putroppo la fiducia del ballerino era mal riposta:

Ho aperto gli occhi solo quando le ho chiesto di restituirmeli perchè dovevo pagare i macchinari per la fabbrica. Ho scoperto che, mentre piangeva miseria con me, andava a farsi una crociera e suo padre si comprava una macchina nuova. Quello che mi ferisce non è solo il menefreghismo di fronte alle mie necessità, ma il fatto di non aver mai ricevuto nemmeno un grazie.

Klajdi ha fiducia nella giustizia italiana:

Ho fiducia nella giustizia italiana. ecco perchè la porterò in tribunale. Ho tutte le prove che dimostrano quello che è successo.

Selimi è comprensibilmente amareggiato:

Aiutare chi è in difficoltà è nella mia indole. Non avrei mai pensato, però, che una persona cara mi potesse ridurre così in difficoltà. Grazie all’Italia ho realizzato tutti i miei sogni. Ma per colpa di una donna ora rischio di perdere tutto.

Davvero una brutta storia.




 

Commenti (1)

  1. FIDARSI E BENE ,NON FIDARSI E MEGLIO!!!!MIO CARO AMICO ANCHE IO SONO BUONA COME TE !!!PERO NON PRESTO SOLDI A NESSUNO ANCHE PERCHE NON LI HO NEANCHE PER ME!!!PERO POSSO DARE DA MANGIARE E AIUTI DI PRIMA NECESSITA!!!MA NELLE MIE POSSIBILITA!!!PURTROPPO CI SONO DISONESTI DA PER TUTTO E POCHI ONESTI!!!ANCHE MIO MARITO IN PASSATO HA PRESTATO SOLDI ALLE PERSONE DI CUI AVEVA FIDUCIA E NON LE SONO STATE MAI RESTITUITE!!!IO VIVO IN GERMANIA MA QUI LA VITA NON E FACILE PER NIENTE. MI AUGURO CHE QUESTA PERSONA DISONESTA PAGHI PER IL MALE CHE TI HA FATTO!!!E CHE IN TRIBUNALE TU ABBIA GIUSTIZIA^!!!LA PROSSIMA VOLTA APRI GLI OCCHI E PRIMA DI PRESTARE SOLDI ALLE PERSONE PENSACI MILLE VOLTE ANZI MIGLIARDI DI VOLTE !!!!AUGURI A TE E LA TUA FAMIGLIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>