Amici: Maria De Filippi si difende dalle accuse di plagio

di Redazione 1

Amici è un plagio. È questa l’accusa mossa dalla società Kamel nei confronti della Fascino (per tutte le info cliccate qui). Maria De Filippi non ci sta ad essere additata come una copiona e tramite una lettera del suo legale si difende dalle pagine de Il Fatto.

Il suo legale, Giovanni Riffero, fa sapere che che la Sezione Specializzata per la Proprietà Industriale ed Intellettuale del Tribunale Civile di Roma, in sede Collegiale, in primo grado ha rigettato integralmente tutte le domande formulate dalla Kamel.

Riffero prosegue poi precisando che nel secondo grado di giudizio, Maria de Filippi e la società Fascino si sono costituite regolarmente contestando ancora una volta le domande della parte avversa, considerate assolutamente infondate. Insomma per la De Filippi Amici non è un plagio. Chi invece dovrebbe sentirsi plagiato è Simon Cowell, le ultime edizioni di Amici sono un misto di idee rubate a …Got talent e X Factor.

Commenti (1)

  1. Amici: Maria De Filippi si difende dalle accuse di plagio
    Per la De Filippi, Amici non è un plagio.
    Chi invece dovrebbe sentirsi plagiato è Simon Cowell, le ultime edizioni di Amici sono un misto di idee rubate a …Got talent e X Factor.
    Cara Maria De Pippis, avete cosi patrugnato il programma, (forse per non renderlo riconoscibile all’idea originale, non vostra) che vi è sfuggita di mano la situazione.
    Ancora oggi, quello che voi presentate come Amici, non è altro che un accozzaglia di idee raffazzonate, raccolte quà e là, da altri programmi.
    Avete mai pensato di chiudere il baraccone?, io NON CREDO!, naturalmente non vi è passato neanche per l’anticamera del cervello, troppi interessi in ballo, libercoli spettacoli post programma e naturalmente soldini.
    Peccato!, pare che il buongusto non sia il vostro forte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>