Cassandra De Rosa a Mondoreality parla del suo nuovo album: “E’ stato bello rimettermi in gioco”

di Sara Bianchessi Commenta

Abbiamo intervistato Cassandra De Rosa, la cantante, protagonista della settima edizione di Amici, ci ha parlato di Finding You, il suo nuovo album, e di molto altro.

Ci parli del tuo nuovo lavoro?

E’ nato improvvisamente, cercavano una cantante che potesse interpretare brani in inglese e la mia amica e collega Marina Marchione ha fatto il mio nome. Finalmente ho potuto cantare in inglese che è l’altra mia lingua madre, sono felice che anche l’altra parte della mia famiglia possa ascoltarmi. E’ stato bello rimettermi in gioco in studio dove c’è una ricerca più profonda dell’interpretazioen del brano. Si è creata una bella affinità, una bella squadra dove c’era  armonia e non è semplice. Non mi aspettavo quello che ho, a pochi giorni dall’uscita del disco sono 25esima su iTunes, non avendo tutta questa visibilità è una grande soddisfazione.

Cosa ti ha lasciato Amici?

All’inizio un grande vuoto poi con il tempo capisci cosa hai sbagliato, di esserti affidata a gente sbagliata e ora ne ho un buon ricordo.

Qual’è il tuo piano b?

Nessuno, voglio vivere di musica e non avrei problemi a tornare a fare piano bar e matrimoni pur di vivere di questo.

Con chi ti piacerebbe duettare?

In assoluto con Giorgia, la seguo da sempre, da quando sono piccola.

Faresti mai un reality o talent?

Un altro talent musicale no, magari farei qualcosa di diverso come Tale e Quale Show, Ballando con le Stelle oppure un edizione speciale di Amici.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Finire di costruire la casa e la vita con il mio compagno, vivendo di musica e viaggiare

Noi non possiamo che augurarle di realizzare tutti i suoi desideri.

 

 

 

 

Mi piace sperimentarmi in tanti generi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>