Chiara Galiazzo: “Cos’altro possiamo fare se non vivere?”

di Redazione Commenta

Chiara Galiazzo torna a sorridere.

L’ex vincitrice di X Factor si è rimessa in gioco con la sua partecipazione al Festival di Sanremo e sembra che sia riuscita a lasciarsi alle spalle un periodo un po’ complicato. 

È stato un periodo difficile, io sono estremamente timida. Poi ho lavorato molto sull’aspetto motivazionale, ho avuto chi ha creduto in me e mi sono ripresentata a Sanremo carica di positività.

Ha spiegato intervistata da Avvenire. Il suo ultimo album, Un giorno di sole straordinario contiene invece brani solari e ricchi di positività.

La vita è da vivere è diventata il mio motto e potrebbe essere il simbolo del percorso fatto in questi due anni: si diventa grandi, ‘cadono’ pezzi di vita alle spalle, ma bisogna andare avanti per la propria strada, cercando di non perdere tempo prezioso, cos’altro possiamo fare se non vivere?

E anche grazie alla fede è riuscita a superare un momento difficile.

Io sono cattolica, in un modo naturale che mi arriva dalla mia famiglia. I miei mi hanno sempre appoggiata ma mi hanno fatto tenere i piedi per terra. Quindi mi hanno fatto studiare canto, a patto che mi laureassi in Economia e Commercio. Spero anch’io di farmi una famiglia e di avere dei bambini.

Ecco intanto le date confermate del tour di Chiara: 27 aprile a Bologna (Teatro Duse), il 28 aprile a Milano (Teatro Dal Verme), il 1 maggio a Olmedo – SS (Anfiteatro di Olmedo), il 5 maggio a Pescara (Teatro Massimo), il 6 maggio a Roma (Auditorium Parco Della Musica), il 7 maggio a Firenze (Teatro Puccini), il 9 maggio a Padova (Gran Teatro Geox), il 14 maggio a Torino (Teatro Colosseo), il 23 maggio a Civitanova Marche – MC (Teatro Rossini).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>