Emma Marrone su Belen e Stefano: “Ci siamo rotti le palle di questa storia”

di Redazione 11

Al quotidiano Libero, Emma Marrone ha confessato di non gradire che il suo nome venga accostato a quello di Stefano De Martino e Belen Rodriguez:

Guardi credo di rappresentare l’80% della popolazione italiana nel dire che che ci siamo rotti le palle di questa storia. L’unica certezza è che il figlio non è mio. Un’altra domanda sulla vita privata e sciolgo Gaetano. Sono qui per parlare di musica. La gente è intelligente: chi mi conosce sa che sono timida e che quello che finisce sui giornali non dipende dalla mia volontà.

La giovane cantante ha bisogno di un periodo di pausa per ricaricare le batterie:

Sono stati tre anni bellissimi ma intensi. Lo stesso tour sarà lunghissimo perché finirà in inverno. Sento che, finita questa esperienza, dovro’ prendermi cura della Emma persona.

Al momento, Emma sta meditando se partecipare al serale di Amici 12 per la categoria Big:

Non so se accetterei: le decisioni le prendo sempre d’istinto. Diciamo che se ci saranno le condizioni giuste, parteciperò. Altrimenti no.

L’interprete salentina non si è montata la testa:

Prima di Amici avevo già una lunga gavetta alle spalle. Quindi ero arrivata preparata. E’ stato un bene. Un conto è avere successo a 18 anni, un altro a 26. Il nostro è un lavoro dove serve arrivare corazzati e con la testa a posto […] Anziché il successo, il mio obiettivo è sempre stato la musica. Prima di Amici mi infilavo in ogni canale dove sapevo che potevo cantare ed esprimermi. Probabilmente è per questo che mi sono bruciata e che sono andata avanti.

Photo Credits | Pagina Ufficiale Facebook

Commenti (11)

  1. Questa secondo me sta male

  2. Più che di Belen e Stefano, di lei. Mi sto sentendo male per le tante volte in cui Emma ha parlato di Belen e Stefano, BASTA! Spero che Emma vada in America, così almeno si lamenta in un altro posto e ci lascia in pace! Quando è troppo è troppo!

  3. Emma Marrone su Belen e Stefano: “Ci siamo rotti le palle di questa storia”
    Sapessi noi!
    Tanto per rispondere a @Saròlibera e a @Ciao, anche la vostra beniamina si e rotta.
    Intanto ne continua a parlare.
    Un consiglio bambine: Togliete le fette di prosciutto dagli occhi e i salamini dalle orecchie e magari spegnete qualche candelina dall’altare della dea, vi renderete conto che la perfezione, esiste solo nella fantasia.

  4. @ giulio:
    ci hai rotto le palline, Giulietto
    sei solo un bm che ama ascoltare biberon e company
    non puoi offendere the queen of music, sei solo un invidioso rosicone
    torna a giocare a tombola con gli altri vecchi, va
    e poi ritorna nel tuo sarcofago ad ascoltare biberon

  5. Ogni intervista:”io sto qui per parlare di musica, il gossip non mi interessa” però continua a parlare di Belen e Sfefano. Curatela. Non ci sta più con la testa… Sta poraccia

  6. ci hai rotto le palle tu cretina!!! non perde mai occasione per parlare e non di musica…e il bello è che dice che lei è estranea a queste cose e invece parla solo di questo…le cose sono 2 o è completamente matta o solamente stupida!!!!

  7. @ Daniele:
    @ carlo:
    Voi dovreste curarvi, bm!

  8. @ Ciao:
    Se sei un undicenne o giù di lì, ti scuso, ma non abusare troppo della tua età.
    Intanto modera i termini e certe volgarità tienitele per te.
    Ti consiglio di darti una calmata, non appartengo a nessun membro della tua famiglia, per cui cerca di commentare in modo decente.

  9. @ giulio:
    Uao, certe volgarità! Quali sono ste volgarità? Palline? è uguale al termine “pelotas”, no? Incoerentello birbante!

  10. @ giulio:
    Poi anche tu dici cose volgari

  11. Ogni volta che si attacca un idolo di un altro, subito a dire “invidioso, bimbominkia, rosicone”. Ma conoscete le parole “non mi piace” e “mi sta antipatica” ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>