Extra Factor 13 Settembre 2010: tra una prova e l’altra, nascono i primi amori (tra Ruggero e Sofia)

di Redazione Commenta

18.50 – Il conduttore Francesco Facchinetti dà il benvenuto a questa nuova puntata di eXtraFactor e (essendo lunedì) anche ad una nuova settimana caratterizzata dal fattore x. In studio vengono presentati gli opinionisti Benedetta Mazzini, Carlo Pastore, Cristiano Malgioglio e il giornalista del Secolo XIX Fabrizio Basso.

Francesco presenta anche la playlist di oggi: le prime prove dei talenti in gara, affari di cuore (chi si è innamorato di chi?), i chiarimenti di Lady Tata con le due sue “allieve” e la graticola al re Elio.

Vengono ribaditi anche oggi i brani che gli 11 cantanti in gara canteranno nella puntata di martedì. Per la squadra di Elio: Nevruz canterà Pugni chiusi dei Ribelli, Manuela porta La spada nel cuore di Patty Pravo mentre Nathalie proporrà Time is running out dei Muse.

Intanto viene proposto un video dove Elio parla dapprima con Manuela delle critiche che le sono state fatte e poi di Nathalie e del ballotaggio, dove è finita la sua stessa “allieva”. Nevruz, intanto, prova il suo pezzo quando Elio li dice, confortandolo:

Comunque canti, il pubblico ti vuole bene lo stesso.

Sarà così davvero? Probabile. Si è creato anche un caso-Manuela: “riese a far trasparire l’emozione oppure no?“. Mi permetto di dire che a me, martedì, ha emozionato tantissimo il che è fondamentale per un cantante.

Si passa alla squadra della mitica Mara, ed ecco i brani della puntata di martedì: Davide canterà La luce dell’est di Battisti, Ruggero proporrà Tthe great pretender di Freddy Mercury mentre a Stefano è stata assegnata Quanto t’ho amato di Roberto Benigni.

Siparietto simpatico: Mara (nota per non sapere l’inglese) porta in sale prove un vocabolario, di inglese appunto, per far capire ai suoi ragazzi – Ruggero in particolare, visto che fa molta fatica – il testo della canzone che propongono.

Inoltre Mara parla di Stefano, che la emoziona ogni volta e, inoltre, afferma:

Per emozionare non servono parole…

Giusto! Nel frattempo dallo studio Malgioglio consiglia alla vocal coach Rossana Casale la canzone Love story per Stefano, visto che non li è piaciuta l’assegnazione di questa settimana. Intanto Rossana Casale fa un appunto importante (e provocatorio!) a Davide mettendolo davanti ad un bivio: “O canti bene o piaci alle ragazzine” mentre Benedetta Mazzini è dubbiosa:

Davide e Ruggero, così giovani, capiranno lo spessore della loro canzone?

Come da perfetto stile reality show, non mancano i primi amori nati nel loft: Ruggero sta mostrano una particolare attenzione nei confronti della carinissima Sofia (e vieceversa), tanto che quest’ultima si confida con la sua compagna di categoria Dorina. Nascerà qualcosa? Chissà!

Si gira pagina e troviamo la squadra di Anna Tatangelo, con Lady Tata che parla con Sofia consigliandole di essere più forte e di superare le critiche che le sono state rivolte. Mentre a Dorina dice di fidarsi maggiormente di lei visto che:

Se sei qui è perchè io in te ci credo.

Proprio Dorina che martedì sera canterà Secretly dei Skunk Anansie mentre Sofia canterà Unforgivable Sinner di Lele Marlin. Ma all’ultimo momento Lady Tata ha deciso di cambiare pezzo alla “sua” Sofia, ma non rivela quale brano.

Le assegnazioni per i Gruppi di Enrico, sono invece i seguenti: per i Borghi Bros c’è Pretty Woman di Roy Orbison, agli Effetto Doppler è stata assegnata Ti vorrei sollevare di Elisa mentre ai Kymera Shock the monkey di Peter Gabriel.

Intanto, durante le prove, Enrico prende da parte i Kymera per chiedere loro se si sono resi conto di aver cantato male nella scorsa puntata.

Ultimo argomento della puntata è la graticola (ovvero i 180 secondi di domande) per mister Elio, che spera che la Rai possa affidare un programma musicale agli Elio e le storie tese. Tempo finito! Ci vediamo domani!

Ha collaborato Margherita Maffei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>