Extra Factor, lunedì 18 ottobre 2010: Dami viene a sapere della sfida di Nevruz, le canzoni assegnate da Elio e Mara Maionchi

di Fabio Morasca 1

Francesco Facchinetti ci dà il benvenuto per la puntata odierna di Extra Factor. Gli opinionisti in studio sono Cristiano Malgioglio, Benedetta Mazzini e Carlo Pastore. I vocal coach presenti sono Alberto Tafuri e Rossana Casale.

Nell’anteprima del programma, va in onda un filmato con i giudizi dei giornalisti sui cantanti: secondo la stampa, Davide è il migliore, Ruggero deve perfezionarsi e Dami ha una vocalità potente anche se forse è troppo sicuro di sè. Sempre secondo i giornalisti, Stefano, invece, ha avuto una parabola discendente, su Cassandra e i Kymera ci sono pareri discordanti, Nathalie ha grinta e sta crescendo puntata dopo puntata e Nevruz viene giudicato perfetto per la tv ma, discograficamente, un’incognita.

Il programma vero ha inizio e il primo filmato vede come protagonista Elio che assegna i brani ai suoi cantanti: Tu che sei parte di me di Pacifico e Gianna Nannini per Nathalie che si ritiene fiduciosa, Ricomincio da qui per Malika Ayane per Cassandra che è un po’ timorosa a causa della canzone non semplice, e Nuova ossessione dei Subsonica per Nevruz che apprezza la scelta. Sempre nel filmato, i cantanti iniziano a provare il loro brano: Elio ha come l’impressione che Cassandra imiti Malika Ayane, soprattutto nella prima parte della canzone; Nathalie è soddisfatta del brano e Elio invita la cantante a dirgli tutto quello che non le va bene mentre, per quanto riguarda Nevruz, Elio lo invita a prestare massima attenzione alle note.

Tornati in studio, Benedetta Mazzini spiega chi sono i Subsonica a Malgioglio, rimasto musicalmente indietro agli anni ’60. La Mazzini non è soddisfatta della scelta del pezzo, Malgioglio riconferma la sua disistima verso Nevruz giudicandolo un non-cantante. Secondo Pastore, tornando alla sfida, Nevruz ha qualcosa di personale contro Dami.

Nel secondo filmato, vediamo Nevruz lamentarsi perchè Dami e Ruggero l’hanno svegliato, suonando. Elio ribadisce che Dami non è un campione di simpatia e lo stesso viene affermato da Nevruz. Tafuri, parlando con Nevruz, aizza il cantante dicendo che è Dami, in realtà, a sfidare Nevruz, e non il contrario. Nevruz, su Dami, non usa mezzi termini:

E’ un para**lo!

Un nuovo filmato mostra il brano assegnato a Dami da Mara Maionchi: è Credimi ancora di Marco Mengoni. L’ultimo arrivato non vuole paragoni, però, con l’ultimo vincitore di X Factor e la stessa cosa gli dice Mara che gli consiglia di personalizzare il brano.

Anche Dami, come Nevruz, ha un po’ di difficolta iniziale. Al termine del filmato, appare di nuovo Nevruz che dice parole forti:

Dami mi ha detto che gli hanno dato una canzone di m**da, di un artista di m**da. Però la canta lo stesso perchè vuole dimostrare che è forte.

Nevruz termina dicendo che Dami dovrebbe prendere come esempio Marco Mengoni e non snobbarlo.

Tornati in studio, Rossana Casale difende Dami, affermando che il cantante teme il paragone con Mengoni e non lo snobba affatto. Secondo Carlo Pastore, Nevruz, facendo la spia, sta giocando le sue carte ma se le parole di Dami fossero vere, Pastore appoggerebbe in pieno, l’aggettivo di para**lo. La Mazzini la vede molto dura per Dami.

Di questa sfida, Dami non sa ancora niente e Francesco Facchinetti lo informa in diretta. Prima Facchinetti chiede astutamente a Dami con quale cantante, ha qualche problema e Dami, senza pensarci, fa il nome di Nevruz. A Dami, viene mostrato il famoso filmato dove Nevruz lancia la sfida al rivale. Dami fa una faccia finto spaventata, accetta la sfida, ma solo sul piano musicale e non personale. Dami non ha idea sul perchè Nevruz abbia voluto sfidarlo ma Carlo Pastore prega il ragazzo di smetterla di recitare. Secondo Dami, Nevruz ha detto al rivale che lui fa parte di quel sistema che Nevruz, invece, vuole abbattere.

Appena Pastore chiede a Dami, delucidazioni circa l’affermazione che Mengoni è un artista che non vale niente, Dami cade dalle nuvole e sostiene di non averlo mai detto. Pastore chiede una volta per tutte quale sia il reale rapporto tra lui e Nevruz. Rossana Casale consiglia scherzosamente a Dami di chiudere a chiave la sua stanza. Tafuri, sempre in tono ironico, afferma che Dami è una cellula dormiente di Amici, una specie di infiltrato che va sconfitto.

Facchinetti chiede se Nevruz abbia paura, Dami risponde che lo vede tranquillo. Benedetta Mazzini chiede a Dami, se la sua sicurezza possa essere vista dagli altri come presunzione. Dami fa mea culpa a metà, risponde che è probabile, anche se con altri cantanti, questo ostacolo è stato superato.

Cristiano Malgioglio crede che Mara Maionchi voglia sacrificare Dami dandogli volontariamente una canzone troppo difficile.

Nell’ultimo filmato si vedono le altre assegnazioni di Mara, dopo quella già conosciuta di Dami: 7000 caffè di Alex Britti per Ruggero, Parlami d’amore dei Negramaro per Davide e Eppure sentire di Elisa per Stefano. Tutti e tre i cantanti apprezzano le scelte.

Tornati in studio, Carlo Pastore giudica le canzoni, perfette per loro, l’unico punto critico resta Dami. Rossana Casale risponde che trovare una canzone italiana dell’ultima decade, sulla quale sarà incentrata la prossima puntata di X Factor, è stato molto difficile.

Commenti (1)

  1. Stefano Filipponi è oggettivamente orrendo nel canto, nella presenza sul palco, si muove come un orango e anche guardarlo è penoso. Un disbile va curato, non usato come fa mara per i suoi scopi personali di odience. Stefano non è un cantante, non lo sarai mai, nessuno metterà un cent su di lui e mara lo sa bene. Le radio non lo passeranno, cadrà crudelmente nel dimenticatoio. Persone psicolabili come Stefano Filipponi, non reggono le delusioni, quando si suiciderà, mara e rossana casale e il popolimo pietoso italiano, avranno le loro responsabilità. Fate un opera buona e mandatelo a casa, questa sera stessa. altro che televoto! ma chi crede al televoto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>