Fabrizio Corona: “Non sono un criminale, non ho mai percepito un euro in modo illecito”

di Redazione Commenta

Fabrizio Corona si è presentato davanti al Tribunale del Riesame, che dovrà decidere sulla richiesta di revoca dell'ordinanza di custodia cautelare

Fabrizio Corona si è presentato davanti al Tribunale del Riesame, che dovrà decidere sulla richiesta di revoca dell’ordinanza di custodia cautelare presentata dai suoi avvocati, chiedendo scusa per il suo comportamento.L’imprenditore si è rivolto direttamente al magistrato di sorveglianza:

Non sono un criminale, sono un lavoratore forsennato e non ho mai percepito un euro in modo illecito. L’unica persona a cui chiedo scusa è il magistrato di sorveglianza Giovanna Di Rosa a cui ho mancato di rispetto.

Queste parole sono state riferite alla stampa dal suo legale, l’avvocato Ivano Chiesa.

Anche la madre Gabriella, al termine dell’udienza, ha parlato con i giornalisti per difendere il figlio:

Fabrizio ha la testa matta, ma non è un criminale. Io credo a mio figlio. Ha commesso errori molto importanti, si è distrutto la vita, ha distrutto anche in parte la mia vita. La speranza è che possa cambiare un po’ la testa, ma mio figlio non è un criminale. I criminali sono altri. Di errori e di reati ne ha commessi, lo so. Ma questa custodia cautelare, da quanto mi dicono gli avvocati è esagerata… Sono molto preoccupata per mio figlio, il carcere non gli giova. Mio figlio ha problemi psicologici, li ha molto gravi da tempo, lo dico. Ha bisogno di essere seguito e curato e mi auguro che questo aspetto possa migliorare.

Non rimane che attendere la decisione del tribunale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>