Fiordaliso: “La musica è morta”

di Redazione Commenta

Fiordaliso spara a zero sulla musica di oggi e fa un bilancio della scena musicale nazionale.

Che appare molto deludente a causa degli accordi delle radio o della mancanza di personalità da parte degli artisti.

Ormai la musica è morta perché si scarica gratis, le radio hanno un loro monopolio perché si sono messe d’accordo e mettono solo la musica che vogliono loro. A volte fa uscire degli emergenti, ma la musica in generale, purtroppo, è abbastanza morta. A me piacevano molto i The Kolors ma dopo quello che è successo l’altro giorno mi è cascato un mito anche lì. Il fatto che non abbia ritirato un premio ci sta anche, perché fare una protesta è un atto di coraggio. Il problema è che non si sputa, quella è maleducazione, sfregio verso il tuo pubblico o verso il cameraman che non c’entravano nulla. Posso capire il carattere irruente, ma se mio figlio sputava addosso a qualcuno non sarebbe più uscito di casa. Hai mai visto uno che sputa? Per me è molto grave. Neanche un pastore degli anni ’30 sputava, è la prima cosa che ti insegnano. Un altro ragazzo che mi piace molto è Marco Mengoni.

Ha detto intervistata da 361magazine.com senza lasciarsi scappare un commento sulla deludente esperienza allIsola dei famosi. 

Pensavo di essere una donna forte, pensavo di andare là e spaccare il mondo, ma un insegnamento che ho appreso è non avere mai troppa fiducia di se stessi. L’Isola mi ha sbarellato completamente, io pensavo di poter andare contro i tornado e invece mi sono scoperta psicologicamente una donna molto fragile, perché non ho retto non tanto la forza fisica o la fame o che ci dormiva i paguri i testa. Io non ho retto la noia e questa cosa mi è molto dispiaciuta, non la sopporto. È stata colpa mia. Mi sono lasciata abbindolare da questo gioco, ma nel senso buono della parola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>