Grande Fratello 12, Mirko a Mondoreality: “Ora riprendo la mia vita da agente immobiliare”

di Massimo Galanto Commenta

Pochi minuti fa abbiamo intervistato Mirko, il concorrente che ha abbandonato la casa del Grande Fratello 12 a causa di una lettera segreta. Il romano ha risposto alle nostre domande, dopo aver simpaticamente confessato di essere esausto per il numero elevato di dichiarazioni rilasciate alla stampa in queste ore:

Scusami, ma non ‘gna faccio più. Che me stanno ad aspettà perché devo annà pure da un’altra parte.

Rassicurato sulla brevità dell’intervista, procediamo con le domande:

Partiamo dal motivo per cui hai lasciato la casa. Come è andato il chiarimento con la tua fidanzata?

Sono uscito dalla casa per correre da lei e dare una spiegazione a tutto questo. E sinceramente per provare tutto quello che ho provato: gioia immensa nel correre da lei, nella strada da qui a casa sua che era interminabile; contavo i metri. E’ stata un’emozione fortissima. Arrivare da lei, scavalcare il cancello, buttare tutti i visti per aria perché il cancello era rotto, abbracciarla sussurrando all’orecchio ‘Ti amo, non ti lascio più, ti amo’. Sono proprio orgoglioso e contento, sono nato proprio per questo io! Rifarei tutto un miliardo di volte.

Come hanno fatto gli autori a venire a conoscenza della lettera?

Della lettera io ne avevo parlato amichevolmente al momento del colloquio. Era il mio cruccio, che da 4 anni mi ronzava nella testa. La lettera l’avevo buttata, poi ripresa. Come i cellulari rotti che però non butti e che hai nel cassetto. Turchese da quando l’ho conosciuta, a parte l’esplosione d’amore, a parte l’anno particolare che abbiamo passato, non lo sapeva perché non glielo avevo detto. Ne ho parlato agli autori amichevolmente a casa mia. Poi al momento del colloquio ho rispiegato la situazione, ma la lettera non l’ho mai consegnata perché era una cosa mia. Loro mi hanno detto: ‘A noi non ci interessa perché abbiamo così tante cose su di te, la lettera sarebbe solo una cosa in più’. Poi è stata consegnata il giorno prima di entrare nella casa anche per tutela mia: se fosse uscita qualcuna, io stando lì dentro chiuso senza contatti, non posso sapere nulla… ‘Se non esce niente quando riesci ti riprendi la lettera e la vai a spiegare tu a Turchese’. E invece non è stato così…ecco perché è successo un po’ di patatrac. E mi sono arrabbiato. Ma io nel male li ringrazio perché quello che ho provato a tornare da Turchese è quello che volevo. Quindi va bene così, non mi interessa.

In casa sei stato protagonista di molte discussioni. In particolare con Filippo. Vi siete rivisti e avete avuto modo di chiarirvi?

Non ho avuto modo perché l’ho visto solo lunedì in puntata e lì non c’è stato nessun tipo di approccio. Quindi va bene così. Sinceramente mi interessa molto molto molto molto molto poco. Forse niente. Quindi, voglio dire, non c’è stata né occasione, né voglia. Tanto io rimango della mia idea, lui della sua. I fatti però mi hanno dato ragione un po’, credo.

Ora che sei fuori dal reality, il tuo obiettivo è cercare di rimanere nel mondo dello spettacolo?

No. Il mio obiettivo, come ho già fatto, è correre in ufficio, a parte i vari spostamenti, interviste del momento. Poi ufficio, riprendere tutti i miei clienti; li ho richiamati tutti, ho i miei appuntamenti. Riprendere la mia vita e il mio ufficio che amo. Se il Grande Fratello mi permetterà di aprirne un altro paio, ben venga. Ma la mia strada è quella. Il Grande Fratello è una cosa in più, che forse mi può aiutare e far crescere. Ma la mia vita è quella e quella mi tengo. Infatti quando feci Forum, e anche lì capitò per caso, io dopo un anno, quando ho aperto l’ufficio, ho salutato tutti e mi sono dedicato al lavoro mio, non è che ho continuato a fare televisione. Così come ho fatto dopo il Gf, sono corso nel mio ufficio. La mia strada è l’agente immobiliare. Ci metterò più tempo a realizzarmi a livello lavorativo, ma ci riesco comunque (ride, Ndr).

Il bilancio della tua partecipazione al Grande Fratello è, in definitiva, positivo o negativo?

Assolutamente positivo, sono orgoglioso di quello che ho fatto. Rifarei tutto un miliardo di volte. Ho dato solo una conferma al mio cuore e alla mia testa. Ho avuto le mie vittorie dentro perché sono stato amato dalle persone a cui voglio bene, quindi vuol dire che qualcosa ho dato. La gente mi ha dato un buon riscontro. Ho dimostrato chi credevo che stesse giocando..ed è andato a casa. Quindi sono soddisfatto.

Chi ti manca dei concorrenti?

Ilenia, Rudolf, Leone e Kiran. Sono compagni di merenda. Ci siamo divertiti anche se solo per un mese. E’ gente che rivedrò; mi hanno voluto bene, me lo hanno dimostrato, hanno pianto con me. E, in primis, Danilo. Ma lui l’ho già risentito e mò ci rivediamo: lo ospito a Roma e lo porto allo stadio. E’ un fratellino minore, gli voglio star vicino qualunque problema ha.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>