Grande Fratello 6, Fabiano Reffe: “Sono innocente, non ho niente da nascondere”

di Redazione Commenta

In attesa del processo che lo vede accusato di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento all’immigrazione clandestina, Fabiano Reffe del Grande Fratello 6 è stato ospite di Pomeriggio 5. L’ex tronista di Uomini e Donne ha spiegato a Barbara D’Urso le sue travagliatissime vicende giudiziarie:

Prima del Gf non ero un santo, ma essere accusato di un reato così grave mi ha fatto male lavoravo in fabbrica e per arrotondare mi occupavo della sicurezza dei locali. I problemi sono arrivati quando ho provato a creare un’agenzia tutta mia, sono arrivate richieste dai locali notturni, ma io mi sono sempre occupato della sicurezza e non delle ragazze. Nelle intercettazioni, quando mi dicevano mandamene cinque, intendevano bodyguard, e invece sono stati scambiati per prostitute. Io non ho mai sfruttato nessuno, non ho mai pagato nessuno e sono stato già stato assolto dal reato di associazione a delinquere.

Il gieffino è convinto che alla fine del processo ne uscirà vincitore. Alla conduttrice di Baila! ha ammesso di aver accettato l’invito solo perché non ha niente da nascondere:

Non ho niente da nascondere, altrimenti non sarei venuto.

La cosa che più lo ha ferito? Le cattiverie nei confronti della madre:

Mamma è una donna di chiesa e lei soffre di questa cosa. Il paese è piccolo e quindi la gente mormora. Quindi mia mamma fa solo casa e chiesa, mi devi credere. Con me facevano sempre una bella faccia, però le cose che dicevano a lei… e quando rientravo magari lei piangeva e non mi diceva niente. Veramente sono stato male, sono stato male più per lei che per il resto. A me passa tutto, sono tipo abbastanza estroverso.

Fefè, infine, ha ammesso di essere stato costretto ad abbandonare la sua Ceccano per trasferirsi a Napoli.

Me ne sono andato dal mio paese. Napoli mi ha dato la mia seconda vita.

La prossima udienza si terrà alla fine di ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>