Grande Fratello, Ferdinando Giordano: “Ora faccio l’attore e spero di essere ricordato per altro”

di Sara Bianchessi Commenta

Ferdinando Giordano, ai microfoni di Non succederà più, la trasmissione radiofonica condotta da Giada Di Miceli su Radio Manà Manà, parla dell’avventura al Grande Fratello e di come è cambiata la sua vita dopo la partecipazione al reality.L’ex gieffino parla della sua nuova carriera di attore:

Il Gf è l’inizio dei cambiamenti. E’ un esperienza emozionante che si puo’ vivere una sola volta nella vita e ti modifica sostanzialmente. Sto investendo tantissimo sul mio futuro. Tanti progetti difficili ma per arrivare a dei risultati. Vorrei allontanarmi dalla sigla del Grande Fratello e col film che inizieremo a girare tra 20 giorni finalmente farò un passo in avanti sperando di essere ricordato per altro. E’ una commedia romantica in cui avrò un ruolo molto importante. Inizia così la mia avventura cinematografica.

Giordano da un consiglioda ai prossimi protagonisti del reality, in onda a partire da Gennaio 2014:

La semplicità è quella che colpisce gli autori. Si capisce se qualcuno accentua certi comportamenti. Non bisogna nascondersi perché al Gf hanno un problema. La gente ormai sa dove entra. Difenderò sempre a spada tratta il sistema. Si deve affrontare in maniera serena. E’ un’esperienza che non capiterà più.

Ferdinando è single, dopo la fine della sua storia con Mara Adriani:

Ci siamo ritrovati, frequentati e poi abbiamo deciso di non vederci più. Ci sono state delle incomprensioni. Gli errori si fanno assieme. Ora sono single, amo le donne non posso nasconderlo. In questo momento non mi sento pronto per una storia perché è importante assai arrivare al traguardo nella professione. La mia donna dovrà camminare alla pari per questo altro obiettivo. Il mio sogno è essere padre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>