Grande Fratello, su Youtube niente video: Mediaset vince la causa

di Diego Odello 5

La nona sezione civile ha accolto integralmente il ricorso di Mediaset contro Youtube, imponendo la rimozione immediata dai server del portale video di tutti i contenuti illecitamente caricati, in particolare quelli del Grande Fratello (il contenuto Mediaset più cliccato su internet).

L’ordinanza parifica Youtube agli editori e costringe la piattaforma a rispondere alle regole, come tutti gli altri media: youtube ha la responsabilità dei contenuti che sfrutta pubblicamente.

La società di Cologno Monzese in una nota fa sapere:

Tutti gli editori, Mediaset in testa, possono ora investire nella propria offerta gratuita sul web a beneficio dei navigatori, certi di un contesto di regole definite. Tutti gli operatori Internet, a cominciare da Youtube, potranno stringere accordi con Mediaset e gli altri editori in un quadro di legalità e di reciproca soddisfazione.

Google ha replicato:

Stiamo valutando i prossimi passi, inclusa la possibilità di ricorrere in appello. In base alla legge Europea e Italiana, i service provider quali YouTube non hanno la responsabilità di effettuare il controllo del contenuto caricato dagli utenti. In realtà noi andiamo al di là di quanto previsto dalla legge e offriamo ai detentori dei diritti strumenti efficaci per gestire se e come i loro contenuti debbano essere resi disponibili. Si tratta in particolare di un programma chiamato Content ID che oltre 1.000 broadcaster nostri partner, tra cui Rai e Fox Channels Italy, hanno scelto di utilizzare. Mediaset potrebbe semplicemente unirsi a questi altri partner e utilizzare questi strumenti. Oppure, in alternativa, basterebbe che ci segnalasse le Url dei video e noi provvederemmo alla loro rimozione.

Cosa cambia per gli utenti? Semplice: se Google dovesse decidere di ricorrere in appello e perdere anche lì, tutti i contenuti di Mediaset (per quel che ci interessa a noi, ad esempio quelli di Amici, Grande Fratello, Mai dire grande fratello, Italia’s got talent), non si troverebbero più su Youtube (provate a cercare Grande Fratello oggi…) e bisognerebbe attendere il rilascio su Mediaset.it che ancora non dà la possibilità di aggiungere il video sul proprio sito o blog (ma solo linkarlo).

Commenti (5)

  1. scusate, ma quindi per rivedere uno spezzone di qualcosa dobbiamo pagare, o mediaset farà un sito gratuito?

  2. @ Mary:anch’io vorrei saperlo.posso dire che ancora non so proprio niente,, chì può rispondere? Mary ciao come stai?
    [email protected]) buone feste.ciao Gino.

  3. @ Mary:
    @ gino:
    Buone feste anche a voi.
    I video di Mediaset potete già vederli su Mediaset. Il problema è che i video li caricano loro (riuscite a leggere tra le righe?)…

  4. Io sono preoccupata del futuro di YouTube e della libertà di pubblicare contenuti. Su YouTube trovi di tutto, a volte anche cose discutibili, è vero, ma questo dimostra la democraticità della rete. Se le tv generaliste, in futuro (o nel presente come sta già accadendo) si intrometteranno negli ‘affari’ di YouTube, sarà la libertà di espressione a farne le spese. Se vi interesa approfondire l’argomento vi suggerisco il libro YouTube di Jean Burgess e Joshua Green (http://bit.ly/4VLgDb) che parla di guerre di copyright e altri aspetti interessanti e poco noti di YouTube.

  5. @ Diego Odello:
    ovviamente mediaset avrà tutto il controllo dei video che vuole mettere sul suo sito… Bella storia sì…! su youtube la libertà c’è…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>