Italia’s Got Talent 7, riassunto ottava puntata

di Redazione Commenta

Facciamo il punto di quanto accaduto nell’ottava puntata di Italia’s Got Talent 7, in onda mercoledi 4 maggio su Sky Uno. Chi è riuscito a passare il turno conquistando i giudici  Claudio Bisio, Luciana Littizzetto, Nina Zilli e Frank Matano?

A passare il turno sono stati Domenico Vaccaro, che ha già vinto Belgium’s got talent, i gemelli Marco e Lorenzo Caruso in a arte BBoy Twins che trasformano in veri robot della danza, Gabriella Zanchi, cantante lirica. Alfonso Palumbo, che fa volare in alto le bandiere che raffigurano il volto dei giudici e della conduttrice, le Erin Mellon Trio, band tutta al femminile, Gianni Pellegrino, che si presenta sul palco nei panni di Sua Maestà il Re Peperoncino. Nicholas Angiulo in arte Silverix, cantante, le Italian Company, crew tutta al femminile, i Ragazzi Del Lago, che si esibiscono con una danza tribale. Rino & Giulio vestiti da vigili urbani che intrattengono il pubblico con le loro battute, i Nasfi Africa Acrobats, che fanno acrobazie sul palco, le Flexible, che si esibiscono tra acrobazie e passi di danza. Ciro Capone Trio, che propone un momento di grandissima emozione rendendo omaggio al grande Pino Daniele, gli Helyon, che si esibiscono al buio con strumenti musicali al led. Menzione a parte per Siliana Crocchianti, performer professionista che conquista il Golden Buzzer di Luciana e l’accesso alla finale.

Non è andata bene Ghost, giocoliere, gli Aarow Sign Spinners, che propongono un numero utilizzando cartelli stradali brandizzati Italia’s got talent, i gemelli Giuseppe e Antonio Bozzaotra, che vogliono sensibilizzare il pubblico di italiano attraverso un’alternativa alla cultura gastronomica attuale proponendo una dieta proteica a base di insetti. Simone Tomei, cantante per passione e Marcella Brigida, danzatrice del ventre che si trasforma in una chitarrista sexy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>