L’Isola dei famosi 2012, parla il fratello segreto di Guendalina Tavassi: “Ci siamo subito voluti bene e so che lei mi pensa”

di Sara Bianchessi Commenta

In tanti si erano chiesti chi fosse il destinatario del messaggio, Nicco ti lovvo, che Guendalina Tavassi ha disegnato qualche tempo  fa  sulle pareti della sua capanna all‘Isola dei famosi. Si pensava che si potesse trattare di un fidanzato misterioso, ora il settimanale Visto svela il mistero e pubblica finalmente le foto e la storia di Niccolò Pietroluongo, il fratello segreto di Guenda.Niccolò racconta a Visto la sua storia:

Sono il figlio di Luciano Tavassi, papà di Guendalina. Ho sempre saputo di avere altri fratelli da qualche parte ma non ci siamo mai incontrati. Tre anni fa, c’è stato il primo approccio. Sono stato contattato via Facebook da Emanuela Fuin, mamma di Guenda, che mi ha raccontato tutto. Sempre attraverso il social network, ho cominciato a parlare con Guendalina ed Edoardo ma non abbiamo mai avuto occasione di vederci. Per questo, devo dire grazie al Grande Fratello.

Dopo la partecipazione di Guenda al Grande Fratello i rapporti con Niccolò si sono intensificati:

Dopo l’ingresso di Guenda in Casa, ho cominciato a seguirla e ho visto che eravamo molto simili. Quando è uscita dal Gf, mi ha cercato e i nostri rapporti si sono intensificati.

Niccolò racconta il primo incontro con la sorella:

Siamo riusciti a vederci da vicino solo a Novembre dello scorso anno quando mi è venuta a trovare. Mi ha regalato un’emozione stupenda. Per la prima volta, conoscevo mia sorella.

Le cose tra Niccolò e Luciano Tavassi invece vanno male:

Di lui non m’interessa nulla anche perché oggi c’è un’altra persona che considero come il mio vero padre. E’ l’uomo che ha sposato mia madre, mi ha dato il suo cognome e mi ha regalato la possibilità di diventare la persona che sono oggi, di fare quello che faccio, università compresa. Il papà di Guenda per me è un padre biologico, niente di più.

A volte i reality servono a ritrovarsi e questo ne è l’esempio. Speriamo che continuino a conoscersi e a volersi bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>