Lory Del Santo presenta il suo nuovo toy boy

di Redazione Commenta

Lory Del Santo presenta il suo ultimo giovanissimo fidanzato, voi siete riusciti a tenere il conto? E confessa di non essere affatto infastidita dal termine toy boy. Essere il fidanzato della Del Santo però non è affatto facile e il giovane Marco, 22 anni, per conquistarla ha dovuto faticare parecchio:

Gli ho risposto su Facebook: “Per prima cosa odio gli uomini con le sopracciglia fini”. Poi, siccome mi aveva detto che fumava, gli ho detto di smettere. Lui l’ha fatto. Poi, quando l’ho visto, aveva un bel corpo, ma aveva del grasso sulla pancia. Niente di che, ma io gli ho detto: “Ma non vai bene per niente, uno della tua età messo così? Ma scherziamo, io posso avere dei problemi, tu no”. Gli ho creato una tale psicosi. Gli ho detto anche che odiavo l’ignoranza: “È fondamentale che impari l’inglese”. E vedo che si sta impegnando.

State iniziando a provare tenerezza per il povero Marco? Sappiate che non è finita qui:

La dizione: questo accento napoletano che ha… allora adesso sta scaricando da Internet tutte le pronunce giuste. Io lo so che sono esigente, ma lui non andava neanche in palestra quando l’ho conosciuto. Ora va tre volte a settimana e sta iniziando a giocare a tennis, perché io gli ho detto che apre la mente… Del resto lui è presissimo, mi dice: “Mi sto impegnando alla grande perché io voglio essere la persona perfetta per te” e questo mi fa molto piacere.

La Del Santo ha confidato al settimanale Chi di non essere affatto infastidita dal termine toy boy:

Io sono una divertente e mi sta pure bene che questi ragazzi più giovani vengano chiamati così perché è la verità, sono persone che tu scegli per rendere migliore la tua vita, vuoi uno che ha tutto il tempo di stare con te e che sta con te quando ti gira e quando ne hai voglia. Sono dei rallegramenti della tua esistenza: hai già tutto, devi solo aggiungere un fiore. A me la parola toy boy non crea alcun problema. Anzi, vi dirò, va bene, è ragazzo giocattolo e mi rende più felice. Attenzione, però, i giocattoli sono una cosa molto seria, perché quando abbiamo voglia di giocare vuol dire che abbiamo voglia di essere felici.

Lo stoico Marco resisterà fino all’estate? Si accettano scommesse.

Photo Credits|Chi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>