Massimo Di Cataldo verso l’assoluzione, nessuna prova di lesioni o procurato aborto

di Redazione Commenta

Spread the love

Per Massimo Di Cataldo si avvicina la fine di un incubo, crollano le accuse nei suoi confronti mosse dalla ex compagna Anna Laura Millacci. La consulenza della procura di Roma scagionerebbero il cantante dalle imputazioni di aggressione e procurato aborto.Secondo la procura non ci sarebbero le prove che ciò di cui è accusato Di Cataldo sia vero:

Non c’è prova di lesioni e nemmeno di procurato aborto.

Ora che tutto sembra chiarito il cantante si sfoga:

E’ stato un periodo buio, ho lottato contro la depressione.

Le accuse della sua ex compagna erano davvero gravi, ma ora l’immagine di Massimo potrebbe riscattarsi grazie alla relazione del medico-legale che fa crollare il racconto dalla Millacci. Compreso un presunto aborto derivato dalle botte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>