Pietro Napolano – Martello e incudine – Testo e video

di Fabio Morasca Commenta

Martello e incudine è la canzone presentata per il prossimo Festival di Sanremo, nella sezione SanremoSocial, da Pietro Napolano, cantante che ha partecipato alla quarta edizione di Amici, ex componente del duo PQuadro. Dopo il testo, potrete ascoltare il brano e accedere al relativo testo.

Video

Testo

Le foglie cadono già
è luna solo a metà
la tele accesa che va
un fuoco lento che ormai si è spento
sento un lamento

Con la malinconia
che prende e mi porta via
pensavo era andata via
il fuoco lento ormai è spento
perché ti sento

Stringe lo stomaco e a poco a poco mi consuma

Tu sei martello e incudine
mi attacchi da dietro
nei fianchi davanti
mi lasci vivere
Tu sei martello e incudine
mi attacchi di notte
mi riempi di botte
mi lasci vivere

Malinconia
ancora che non va via
la tua è pura follia
di colpo qui a casa mia
sono questi i colpi bassi
la mente è labile e te
ti prende gioco di me
mi spacchi l’anima, mi rubi l’armonia
mi stringe allo stomaco e a poco a poco mi consuma

Tu sei martello e incudine
mi attacchi da dietro
nei fianchi davanti
mi lasci vivere
Tu sei martello e incudine
mi attacchi di notte
mi riempi di botte
mi lasci vivere
mi lasci vivere

Tu sei martello e incudine
Tu sei martello e incudine
Tu sei martello e incudine
Tu sei martello e incudine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>