Rai, svelati i palinsesti per l’estate 2016

di Redazione Commenta

“IMPAR CONDICIO” – Manifestazione della Rosa nel Pugno davanti la sede regionale della RAI – (Trieste 20/03/2006)

Il consiglio di amministrazione della Rai, sotto la presidenza di Monica Maggioni, ha esaminato qualche settimana fa i possibili palinsesti dell’Estate 2016. La programmazione che è poi stata confermata dal Direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, prevede un po’ di conferme da una parte e un po’ di smentite dall’altra, anche se la novità senz’altro più importante attiene sicuramente lo sport: la Rai trasmetterà infatti due grandi eventi sportivi, ossia gli Europei di calcio 2016 che avranno luogo nel mese di giugno e le Olimpiadi di Rio de Janeiro programmate invece per il mese di agosto. Ma vediamo nel dettaglio gli appuntamenti in maniera un po’ più approfondita e trasversale!

Estate Rai a forte influenza sportiva: Euro 2016 e Olimpiadi di Rio! – La programmazione di questa prossima estate ormai alle porte, come abbiamo già detto, risulterà fortemente influenzata dalle 27 partite degli Europei di calcio che verranno messe in onda a partire dal 10 giugno fino al 10 di luglio. A far da seguito troveremo le Olimpiadi di Rio de Janeiro previste dal 5 al 21 agosto. Per quanto riguarda gli Europei, dunque, Rai 1 trasmetterà i 27 incontri rigorosamente in diretta e in alta definizione (di cui 23 partite in prime time), ed ovviamente saranno incluse tutte le dispute che vedranno impegnata la Nazionale italiana di calcio, nonché i vari match dei quarti di finale, semifinale e finale.

Per quel che riguarda le Olimpiadi, invece, il pubblico di Rai 2 avrà modo di seguirle per tutto il mese di agosto: sarà infatti la seconda rete Rai quella deputata alla messa in onda delle partite olimpiche, tant’è che sono già state programmate oltre 350 ore di programmazione sportiva a partire dal prossimo 5 agosto, con orari che andranno dalle 12:30 fino alle ore 6 del mattino. Il calendario dettagliato delle gare sarà naturalmente scandito di volta in volta dalle dirette e dagli approfondimenti a cura di Rai Sport, e infatti, oltre a Rai 2, saranno anche Rai Sport 1 e Rai Sport 2 ad occuparsi anche con maggior capillarità delle Olimpiadi. La stessa Rai seguirà poi i Giochi Paralimpici dal 7 al 18 di settembre.

Ma non è finita qua, perchè se Rai 1 sarà focalizzata sul calcio e Rai 2 sui Giochi Olimpici, Rai 3 non farà di certo sentire la sua assenza: la terza rete Rai trasmetterà infatti il Tour de France in programma dal 2 al 24 luglio prossimo. E poi ancora sono previste le messe in onda degli Europei di scherma (dal 20 al 25 giugno), gli Europei di atletica (dal 6 al 10 luglio) e la Supercoppa di calcio. Un programma davvero bello fitto e ricco di sport, quello che le tre reti Rai hanno deciso di concedersi quest’anno! Qui in ogni caso la guida consultabile utile per tenersi aggiornati sui programmi che via via verranno messi in onda.

 Rai, gli altri palinsesti dell’estate 2016 – Messo a parte il discorso sport, le reti generaliste hanno sostanzialmente confermato i palinsesti estivi della scorsa stagione. Ciò vuol dire che Rai 1 manterrà l’appuntamento con Unomattina estate ed Estate in diretta; in prima serata troveremo invece molti documentari con un nuovo ciclo di Superquark. Rai 2 proporrà invece Agenzia Investigativa e Coppie in attesa (seconda edizione di un docureality che era già stato mandato in onda lo scorso anno senza particolari successi di pubblico). Al vaglio, si dice, ci sarebbe anche una formula in salsa estiva di Pechino Express. Per quel che riguarda Rai 3, invece, Ballarò e Chi l’ha visto continueranno ad andare in onda fino alla prima settimana di luglio, mentre il mattino continuerà senza sosta con un’Agorà che non si fermerà neanche nei mesi più caldi dell’estate. Faranno poi ritorno I dieci comandamenti e La grande storia.

Canone Rai in bolletta, tutto da rifare – Nel frattempo arriva come un macigno la sentenza del Consiglio di Stato che boccia il decreto sul canone Rai in bolletta. Per via di criticità inerenti la poco chiara specificazione di “apparecchio tv”, e per via di problemi attinenti la privacy e una adeguata campagna informativa, i giudici hanno stabilito che la questione sia da rivedere un po’ da cima a fondo.

Mentre le opposizioni esultano, il sottosegretario Giacomelli parla di una sentenza che “non è una bocciatura, ma un suggerimento utile per effettuare integrazioni e chiarimenti peraltro richiesti da prassi da parte del Consiglio stesso. Mi pare quindi singolare trasformare pareri e contributi in una bocciatura”. Sul piede di guerra invece i consumatori che, tramite il Codacons, hanno parlato di una “conferma a pieno titolo dei tanti dubbi che il Codacons solleva da tempo sulla riforma del canone Rai. Come conseguenza del parere del Consiglio di Stato – spiega l’associazione – non sarà possibile inserire il canone nella bolletta della luce, almeno fino a quando non verranno superate le criticità segnalate dall’organo di competenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>