Ramona Amodeo a Mondoreality: “E’ stato costruttivo lasciarsi e poi rimettersi con Mario”

di Massimo Galanto Commenta

Abbiamo rivolto alcune domande a Ramona Amodeo, ex corteggiatrice ed ex tronista di Uomini e donne. Napoletana, classe ’89, ha fatto il suo ingresso nello studio di Maria De Filippi prima nelle veste di predatrice, con Gionatan Giannotti sul trono (il quale le preferì Laura Addis), poi nel febbraio 2010 in quelle di preda, sedendo sulla poltrona rossa al fianco di Monica Pisano. In quella veste Ramona ha incontrato Mario De Felice, lo ha scelto, preferendolo a Andrea Angelini, e proprio nei giorni scorsi la coppia ha festeggiato il primo anno insieme; nonostante un momento di crisi tra i due. Ecco l’intervista, in cui la giovane campana ha parlato anche di Teresanna Pugliese e Paola Frizziero:

Ramona, partiamo da te e Mario. Siete tornati insieme dopo un breve periodo di crisi. Cosa è successo?

Ci siamo lasciati per due mesi, ma credo che ci siano serviti. Per me è stato costruttivo il fatto di lasciarsi. A volte le coppie dicono che non è positivo lasciarsi e poi riprendersi. E’ stato molto difficile il periodo in cui non ci siamo visti, ma è stato positivo perché abbiamo capito e modificato molti nostri difetti. Per me è stato ottimo quel periodo di pausa.

In quel periodo da single hai fatto un viaggio in Messico con tua madre. Che rapporto hai con lei?

Sì, è un viaggio che mi aveva regalato la rivista Visto; era un viaggio premio per realizzare un servizio fotografico, che avrei dovuto fare con lui. Ma ci eravamo lasciati, perciò mi sono detta ‘vabbè lo faccio con mia mamma’. Mi ha fatto piacere farlo con lei, ma era il periodo di San Valentino, quindi non ti dico come stavo (ride, Ndr). Comunque ho cercato di rilassarmi.

Mia madre è la mamma ma è anche un’amica. Se dovessi rivelare un mio segreto lo direi a mia madre. Una mamma non può mai essere gelosa della figlia, quindi credo che la migliore amica per tutte le ragazze o le donne sia la mamma.

Maria De Filippi spesso è intervenuta pubblicamente per difendere i suoi ragazzi, sia quelli di Amici sia quelli di Uomini e donne. Hanno un testa pensante, dice la conduttrice. Per quanto riguarda la tua esperienza ti senti di condividere questa tesi o effettivamente la maggior parte dei tronisti e corteggiatori è lì solo perché è bello/a?

Io credo che Maria è una donna che crede molto a chi mette sul trono o chi porta avanti. Io l’ho conosciuta, la conosco e lei è molto buona. Crede nei giovani; purtroppo ci sono molti che prendono in giro sia lei sia la redazione e anche il pubblico da casa. Per fortuna non sono tutti uguali. Io credo che i tronisti, i corteggiatori sono sempre sottovalutati. Comunque dipende dai casi. Io, sì ho fatto quel programma, quel percorso, ma comunque ho la mia vita, sono una ragazza universitaria: faccio, diciamo, anche cose positive, non penso solo al mondo dello spettacolo. Quindi non ci si può basare solo su questo.

A chi ti dice che tra qualche anno probabilmente nessuno di quelli che oggi ti adorano ti ricorderà, cosa ti senti di rispondere?

Questo succede, è normale, ci sta. Per adesso c’è ancora tanta gente che mi segue, però, io credo che chi ti seguirà per sempre sono le persone a te più care, chi ti vuole bene veramente, chi s’affeziona veramente. Con le ragazze del forum e del fan club ci siamo legate; siamo pochissime, ma per me sono persone davvero speciali. Il tempo mi dimostrerà se sono persone che davvero mi vogliono bene o meno. Non so se avremo sempre la forza di 70.000 persone così; è normale che poi uscirà la seconda persona, tra virgolette, importante, e seguiranno il nuovo. E’ normale, funziona così da anni ormai, credo.

Qual è il tuo rapporto con Maria De Filippi e con la sua redazione?

C’è stato un bel rapporto con la redazione. Capita che ci sentiamo, per sapere come stiamo. Sono persone che si fanno un sedere grande così per noi. Per questo quando uno partecipa al programma non può prendere in giro né loro né il pubblico da casa. La gente non lo vede, ma dietro c’è un grande lavoro e un grande sacrificio da parte di chi lavora per Maria. Sono persone che hanno famiglia, figli e si ritirano alle 4 di mattina a casa.

Veniamo a Teresanna Pugliese, napoletana anche lei come te. L’anno scorso aveste un battibecco perché Mario ballò con lei un lento davanti ai tuoi occhi. La definisti “ridicola“. Peraltro, non so se lo sai, ma anche lei, come te, si è data alla moda avendo annunciato una imminente collaborazione con uno stilista…

Guarda, ti dico la verità: io l’ho incontrata ad una festa a Milano Marittima e ho cercato di conoscerla perché ho detto ‘magari lì è una persona e fuori è un altra’. Ho cercato di essere sua compagna. Le dissi: ‘Guarda tu prima non m’eri molto simpatica’, non proprio con queste parole, però ‘ora sei fidanzata e le feci gli auguri‘, eccetera eccetera. L’ho vista molto fredda nei miei riguardi, quindi poi più di tanto non mi sono riavvicinata. L’ho vista freddina e quindi le ho dato le distanze.

Riguardo alla collaborazione nella moda io credo che lo spettacolo e la moda sono settori non facili. C’è bisogno di studiare. Io per esempio studio da quando sono alle superiori: mi sono diplomata in  moda e costume, mi mancano cinque anni per la laurea in fashion e design e poi voglio specializzarmi in un settore della moda in particolare. Non è che si fa la moda così, c’è uno studio dietro. Ma le persone che non conoscono non sanno… però a volte ci sono persone che non hanno studiato moda, ma hanno fatto la stilista; per esempio Valeria Marini. Anche attori americani. E’ un fatto anche di conoscenze.

Ramona Amodeo cosa farà da grande?

Ah, questo non lo so nemmeno io. Lo scopriremo solo vivendo. Io mi auguro di lavorare per un’azienda di moda, magari non mia, perché così si hanno minori responsabilità. Quindi lanciamo un appello, magari lo legge qualcuno (ride, Ndr). Comunque nel mio piccolo ho fatto una collaborazione; non nell’abbigliamento, ma con una cioccolateria napoletana: ho creato un mio cioccolatino che si chiama Ramona; io ho creato l’immagine del design e loro si sono occupati della parte relativa al cioccolato. Abbiamo fatto una bella inaugurazione, sono venute tutte le ragazze del forum. Stanno già avviando le spedizioni in tutta Italia; sta andando bene questa cosa per fortuna.

Passiamo ad un’altra campana: molti vedono una somiglianza, quantomeno caratteriale, con Paola Frizziero, ex fidanzata di Salvatore Angelucci. Cosa pensi di lei?

I napoletani si fanno sempre notare! Ho avuto il piacere di conoscerla perché per un periodo ha lavorato in un negozio vicino casa mia. Ho un’ottima considerazione di quella ragazza. Ha sofferto molto in quel programma, ha dato il cuore, ma non è stata ripagata con la stessa moneta. Io sono stata fortunata comunque a trovare l’amore e una persona pulita. Lei purtroppo è stata più sfortunata ed è stata presa in giro anche da un’amica, tra virgolette, cioè Karina. La quale non si è comportata bene; lei non mi piace come persona, ha sempre da ridire su tutti; a volte bisogna anche parlar bene di una persona quando c’è da parlar bene.

Chi vedresti bene sul trono il prossimo anno?

L’ex corteggiatore di Teresanna, Francesco Monte. Ci vedrei bene anche, per il carattere forte che ha, l’ex corteggiatrice di Gianfranco, Alessandra Caliandro. E poi mi auguro persone oneste, pulite e sincere, che vogliono davvero trovare l’amore.

In questi giorni Napoli è sulle prime pagine dei giornali per la questione rifiuti. Qual è la tua idea?

Guarda non mi far pensare. Siamo rovinati, sembra una rivolta. In casa mia volano gli scarafaggi. Napoli è infestata d’immondizia che non si può camminare. Ho sempre difeso la mia città, perché la mia città non c’entra nulla. Ma non è gestita bene, credo. Siamo rovinati. Questa volta davvero si può dire che abbiamo l’immondizia in strada. E’ uno schifo, è uno schifo far vivere le persone nell’immondizia.

E aggiungo che noi napoletani paghiamo più di tutti le tasse per l’immondizia e poi la abbiamo in strada. Io non mi dovrei schierare, però davvero non se ne può più!

Secondo in questo c’è pure la responsabilità dei cittadini o dipende solo da chi la gestisce la città?

Non di tutti, credo. Noi napoletani ci mettiamo a fare questa raccolta differenziata, però poi vediamo che il Comune butta i rifiuti tutta da una parte. Ieri ero in spiaggia con mia zia e c’erano i cassonetti per la plastica, per il vetro eccetera. Ma arrivano, se li prendono e li buttano tutti insieme. E che cos’è? Non è una raccolta differenziata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>