Selfie – Le cose cambiano, riassunto quarta puntata: liti De Martino – Prati e Cipollari – Galgani

di Sara Bianchessi Commenta

Se ieri sera vi siete persi l'appuntamento con la quarta puntata di Selfie - Le cose cambiano, condotto da Simona Ventura, niente paura, vi raccontiamo noi cosa è accaduto nel programma di Canale 5.

Se ieri sera vi siete persi l’appuntamento con la quarta puntata di Selfie – Le cose cambiano, condotto da Simona Ventura, niente paura, vi raccontiamo noi cosa è accaduto nel programma di Canale 5.

L’ex concorrente concorrente del GF Vip Pamela Prati si è rivolta ai mentori desiderosa di guarire dalla sua sindrome di claustrofobia. Stefano De Martino le ha detto: “Ti devi vergognare, perché sei qua solo per farti pubblicità e con tutti i soldi che hai se hai bisogno di guarire dalla claustrofobia ti rivolgi privatamente a un esperto e non hai bisogno di venire qua a farti pubblicità in trasmissione!”. Il pubblico si è schierato dalla parte del ballerino e la showgirl è andata su tutte le furie: “Tu sei solo un grande maleducato, ricordati che se sono qua è perché sono stata invitata e non ci sono di certo venuta di mia volontà”. Gli inseguimenti di Simona Ventura, però, non sono bastati a convincere la Prati a tornare, così è sparita e ha abbandonato la registrazione.

Nuova discussione anche tra Tina Cipollari e Gemma Galgani, tornata in studio perché un chirurgo napoletano si è offerto di ringiovanirla. L’opinionista di Uomini e Donne l’avrebbe accusata di volersi rifare per poter passare notti bollenti con i 40enni, la torinese però ha replicato dando alla Cipollari della rifatta. A quel punto Tina è andata su tutte le furie e pare abbia strattonato Gemma, per poi correre dal chirurgo in studio chiedendogli di dire a tutti che lei è naturale e non è passata sotto i bisturi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>