Serena Enardu: “Meno male che la mia vita e quella di Giovanni sono separate”

di Redazione Commenta

Serena Enardu, in un’intervista rilasciata a Visto, parla del pettegolezzo che ha visto protagonista il suo ex Giovanni Conversano, che era stato ritenuto l’autore della presunta gravidanza di Mary Carbone. In realtà, la notizia è poi stata smentita dalla stessa pupa.

In merito a tali dichiarazioni Serena dice la sua opinione:

lo sapevo che era tutta una montatura. Giovanni non sa più che cosa inventarsi per finire sui giornali. Ma mettere in mezzo un’ipotetica gravidanza è stata la mossa più patetica.

L’ex tronista non ha mezze misura ed attacca duramente il suo ex, aggiungendo:

lo sapevano tutti che era una buffonata. Giovanni è lo scienziato delle montature a fini pubblicitari.

Nonostante a dare la notizia dell’ipotetica gravidanza sia stata Mary Carbone, Serena colpevolizza anche il pugliese:

lui non ha parlato, ma nemmeno ha smentito. Quindi si è comportato peggio di lei. E’ stato subdolo. Quando ho visto il servizio sulla presunta gravidanza, ho pensato: menomale che ormai la mia vita e quella di Giovanni sono ben separate.

L’imprenditrice non ne vuole proprio più saperne del suo ex ragazzo:

ormai, quando lo vedo sui giornali, lo trovo persino brutto. Però, mi dispiace che si sia ridotto cosi. Pur di apparire, a trent’anni suonati, è disposto a tutto.

Riguardo, invece, al modo in cui è finita la sua relazione con Giovanni, Serena risponde:

ho lasciato Giovanni a maggio senza dargli possibilità di replica. Tra noi due non c’è stata nessuna guerra.

E su Pamela Compagnucci, ex corteggiatrice che l’aveva informata di aver trascorso una notte di sesso con Giovanni quando era ancora fidanzato con lei, Serena dice:

è buffo, ma io Pamela, in cuor mio, non finirò mai di ringraziarla. E’ merito suo se mi sono liberata di un uomo come lui. E, comunque, non ho nessuna voglia di rivalsa.

Conclude l’intervista dichiarando:

siccome a Giovanni ho voluto bene, approfitto per lanciargli un appello: “Giovanni, sono preoccupata per te. Smettila di ridicolizzarti cosi. Ripigliati, quantomeno per rispetto nei confronti della tua famiglia”.

In seguito a queste dichiarazioni, credo che la risposta di Giovanni non si farà attendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>