Silvia Zanchi a Mondoreality: “Con Domenico Nesci mi diverto troppo. A settembre mi rivedrete in tv”

di Giulio Pasqui 2


Chi era Silvia prima della partenza per L’isola?

Silvia Zanchi prima della partenza era.. bhè, una ragazza semplice ma quella è rimasta, una pubblicista, una studentessa di pianoforte, anche studentessa universitaria. Avevo ripreso a febbraio gli studi, ma contrariamente alle mie aspettative son partita e quindi.. (ride, ndr). Comunque lavoravo anche alla fiera di Milano. La vita scorreva così: tra amiche, palestra, yoga soprattutto e la musica, che adoro.

Adesso, invece, chi è Silvia Zanchi?

Adesso è rimasta tutte queste cose ma diciamo che ha delle chance in più, quindi la possibilità di veder realizzati i suoi desideri di giornalismo televisivo e di conduzione radiofonica, perché comunque adoro molto anche la radio. Uno non si preclude nulla, ma i miei obbiettivi adesso sarebbero questi.

Parliamo dell’Isola.. quale è stato il percorso che hai dovuto affrontare prima di sapere di essere nel cast?

Ho fatto, non so dirti il numero esatto, ma credo 5 provini e al primo sono andata per caso. Era un martedì ed ero a Milano, io volevo già andare a questo casting per L’isola, perchè ne avevo già perso uno tipo un mese prima. Quel martedì c’era questo casting ma la sfortuna voleva che io avevo già un lavoro, che alla fine è saltato. Avevo perso un guadagno, ma ero felicissima perché potevo fare il casting. Avevo delle sensazioni positive, pensavo di poter essere presa.. però sono quelle frasi fatte che uno si dice per autoconvincersi. Ai casting avevo avvertito di non essere una tipa sportiva, grintosa o avventurosa così per non farli perdere tempo o illuderli. Invece mi hanno preso proprio per questo (ride, ndr).

Quale è il momento più difficile che hai dovuto affrontare sull’Isola?

Bhè.. i 3 giorni in cui ha piovuto no stop. Perché poi non dormendo ero arrivata all’esaurimento: lì davvero sotto l’acqua ho pensato davvero “chi me l’ha fatto fare?”. Poi Sandra povera.. lei era sull’amaca quando noi stavamo cercando di tener acceso il fuoco. Sandra ormai prendeva l’acqua così, come se fosse sotto shock. Poi infatti quella notte l’hanno portata via i medici. Poi, anche se sembrano frasi fatte, è vero che l’essere umano si adatta a tutto: se sono stata in grado io, sarebbero in grado di farlo tutti.

C’è qualche co-naufrago che aveva una faccia davanti alle telecamere, e un’altra dietro?

Ho notato che da questi giochi “strategici” mi hanno sempre tenuta un po’ fuori. Forse perché hanno visto che io stessa cercavo di tenermi fuori. Forse, come secondo motivo, essendo molto spontanea e sincera (ma anche nella vita quotidiana) avranno pensato di evitare di raccontarmi i loro piani prima che lo dicessi davanti alle telecamere. Però una doppia faccia no, a lungo andare vedi chi è vero e chi no, non saprei davvero chi dirti.

Invece di Domenico Nesci che mi dici?

(ride, ndr) Eee.. si.. cosa ti dico? (ride, ndr). Usciamo, ci vediamo impegni permettendo. Poi lui adesso inizia una cosa e quindi starà in Italia ancora per un po’ e questo mi piace.

Ma sei innamorata?

(ride, ndr) Ti dico.. amore è una parola grande perché io non sono una di quelle che si innamora così e via. Poi l’ho conosciuto in un contesto talmente strano: mai avrei pensato di ritrovarmi sull’isola. Conoscere lì un ragazzo, frequentarlo davvero perché lui ha detto “ok, andiamo a cena ma poi vediamo”. Insieme ci divertiamo troppo poi quando qualcosa ti piace…

Tornando al tuo passato, ho visto che hai partecipato come cantante anche al Festival Show…

(ride, ndr) si, come dico io sono esperimenti.. quegli esperimenti che ti portano a capire chi sei e quello che è meglio fare e ovviamente anche quello che è meglio evitare. Quindi ho capito (ride, ndr) di lasciar fare la cantante a chi è in grado. Però è stata un’esperienza pazzesca perché comunque giri l’Italia, canti.. la gante, non so se per l’alcool o il caldo, applaudiva davvero. Quindi questo mi ha dato un’energia fantastica. Una esperienza magnifica, da non ripetere.

I tuoi progetti futuri?

I miei progetti futuri sono quelli di fare la conduttrice o l’inviata in un programma.. ma non ti posso dire dove perché non ho ancora firmato il contratto. Ti dico che non è in Rai. Sia in teoria che in pratica c’è questa cosa. Inizia a settembre e dura tutta la stagione.. Sono molto molto contenta e lo sarò di più quando avrò il contratto tra le mani.

Commenti (2)

  1. A silvia piacciono gli uomini molto ricchi e di conseguenza che potrebbero essere suoi…nonni.

Lascia un commento a riccardo Cancel Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>