Uomini e Donne, Giovanni Conversano: “Mi piacerebbe che quella del presentatore fosse la mia professione definitiva”

di Redazione Commenta

Giovanni Conversano , dopo l’esperienza come tronista a Uomini e Donne che gli ha regalato la popolarità e una discesa in politica archiviata ancora prima di iniziare, si sta dedicando al mestiere di presentatore.Giovanni, in un’intervista al settimanale Visto, parla della sua occupazione attuale:

Sto studiando da presentatore, ma sul campo. Per la prima volta ho avuto la possibilità di esprimermi in una trasmissione importante come Unomattina estate, su Raiuno, come inviato. Ho fatto tanta gavetta. Chi mi conosce bene sa che da quasi sette anni conduco manifestazioni, modero dibattiti, presento eventi di bellezza. Non ho mai nascosto che fare il presentatore era ed è un desiderio che sto realizzando grazie alla conduzione delle selezioni regionali di Miss Italia in Puglia.

L’ex tronista sogna che quella del presentatore sia la sua strada definitiva:

Più si studia, più si cresce, più opportunità si hanno per dimostrare le proprie competenze e ritagliarsi spazi importanti. Quella del presentatore è la strada che a oggi percorro con più entusiasmo e mi piacerebbe che diventasse una professione definitiva. So che devo lavorare ancora tanto e mettermi alla prova giorno dopo giorno. Questo è un mestiere dove non si finisce mai di imparare.

Oltre al lavoro anche l’amore va a gonfie vele, la sua relazione con Giada Pezzaioli prosegue felicemente:

Sto solo lavorando a ritmi assurdi. Ho pensato che fosse ingiusto far patire la mia mancanza di tempo e disponibilità a Giada, che così, per le vacanze, è tornata dai suoi genitori a Montichiari dove può rilassarsi e riposarsi.

Staremo a vedere se i sogni di Conversano si realizzeranno.

Fonte | Via Leggo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>