X Factor 6, Davide Merlini sarà Romeo in un musical

di Sara Bianchessi Commenta

Davide Merlini dopo l’esperienza a X Factor si calerà nei panni di Romeo in Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo prodotto da David Zard. Il debutto del cantante a teatro è fissato per il 2 e 3 ottobre all’Arena di Verona  per poi approdare a Roma al Gran Teatro dal 18 ottobre. Davide, in un’intervista a Tgcom 24, racconta perchè ha deciso di partecipare allo spettacolo:

Quando è finito X Factor Simona Ventura mi ha comunicato che c’era la possibilità di partecipare ad un’opera musicale ispirata a Romeo e Giulietta. Così, dopo una riunione con il Presidente della Sony, abbiamo deciso di intraprendere questa strada.

Merlini ammette che per lui ballare, cantare e recitare è una sfida ambiziosa:

Lo ammetto, è un impegno enorme per me. Cantare per me è facile, il buon Dio mi ha dato un grande dono e c’è da recitare e ballare. Dovrò lavorare molto per sciogliermi e tra i progetti c’è anche la scuola di ballo anche perché avete visto anche a X Factor sono un legno. Recitare non è come leggere la Gazzetta e richiederà molta memoria…

Il cantante ha un’ottimo rapporto con la sua Giulietta, Giulia Luzi:

Lei è un’attrice vera e mi aiuta tantissimo quando sono scoraggiato e mi chiedo ‘sarò mai all’altezza?’. Lei è brava e interpreta già le canzoni in maniera meravigliosa. Comunque sono molto coccolato da tutti: sono passato da mamma Simona Ventura alla mamma coach.

Davide parla dell’amicizia con Chiara Galiazzo e di come ha vissuto la sua esperienza a Sanremo:

Ci siamo sentiti costantemente e ho urlato di gioia quando l’ho vista sul palco dell’Ariston. Le sono stato vicino e l’ho aiutata spesso quando ci siamo confrontati prima della sua esperienza al Festival. E’ stata molto brava ed è riuscita a commuovermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>