X Factor, Tony Maiello: “I talent hanno ucciso i contenuti della musica”

di Sara Bianchessi Commenta

 Qualcuno di voi si ricorderà di Tony Maiello per la sua partecipazione a X Factor, ma da allora di acqua ne è passata parecchia sotto i ponti e il cantante ha recentemente  pubblicato un nuovo singolo, S’incendia la testa, che anticipa l’album che uscirà in autunno.Il cantante, in un’intervista a Reality e Show, spiega da cosa nasce il suo nuovo singolo:

 

S’incendia la testa nasce dalla sconfinata necessità di gridare tutto ciò che non mi piace e che mi infastidisce. Come dico sempre, siamo spesso portati a pensare con la testa degli altri e troppe volte evitiamo i conflitti, soprattutto quelli interiori. C’è bisogno di gridare ed andare (quando ce n’è bisogno) anche controcorrente.

Maiello parla di Tra le infinite leggi, il suo nuovo album:

 

Posso svelare che per Leggi non intendo quelle scritte o discusse in parlamento. Quelle le lasciamo a chi cerca di farle. Si parla di leggi più che altro universali, come l’amore, il volere, la causa e l’effetto delle azioni, attrazione fisica ed emotiva. Insomma, un viaggio attraverso la coscienza cosa che tutti hanno ed inconsapevolmente ignorano”.

Tony racconta perchè è terminata la sua collaborazione con Mara Maionchi:

 

E’ terminata la collaborazione con Mara e quindi con la Non ho l’età perché mi fu detto semplicemente che non avevano più ‘risorse economiche e vitali’ per portare avanti il mio progetto, ragion per cui chiesi lo scioglimento del contratto. Siamo ancora in ottimi rapporti e li chiamo tuttora quando ho bisogno di consigli, perché la cosa più bella che hanno Mara e Alberto, oltre alla loro professionalità, è il loro modo diretto ed incontaminato di dirti le cose e, quando ci vuole, di mandarti anche a quel paese.

 

Il cantante parla della sua esperienza a X Factor:

 

Partecipare a X Factor mi ha sbloccato dal punto di vista emotivo, continuo ad essere una persona molto introversa, ma non più chiusa del tutto nei confronti degli altri. Per quanto riguarda il percorso musicale, invece, mi aveva dato una visione abbastanza errata. Scrivere e fare musica è diverso da cantare cover famose, scavarsi dentro è la prova più difficile.

Secondo Maiello i talent hanno ucciso i contenuti della musica:

 

I talent hanno aiutato i giovani e le persone ad avvicinarsi al mondo della musica, ma hanno contemporaneamente ucciso i suoi contenuti. Non c’è più ricerca, non c’è più rischio, c’è solo trito e ri-trito, come la ricetta del pan di spagna. appena trovi quella che viene meglio e piace alla maggior parte degli ospiti, non la cambi più.

Voi siete d’accordo con lui?

 

Photo Credits| Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>