Alessandro Cecchi Paone tradito e lasciato da Massimo Francese

di Sara Bianchessi Commenta

Periodo no per Alessandro Cecchi Paone che, dopo due anni d’amore, è stato tradito e lasciato dal giovane compagno Massimo Francese.A raccontarlo è lo stesso Massimo al settimanale Top, al quale spiega le ragioni della rottura:

 

A novembre Alessandro si è trasferito a vivere a New York per lavoro, senza nemmeno interpellarmi. Già da un po’ di tempo i nostri rispettivi impegni professionali ci impedivano di vederci spesso, ma negli ultimi tempi la situazione era diventata insostenibile.

 

Secondo Francese il problema tra loro era una diversa con concezione della coppia:

 

Si è anche dimenticato di farmi gli auguri per il mio compleanno. Ma il vero grande problema fra noi è sempre stata una diversa concezione dell’idea di coppia

La grande differenza d’età non ha certo reso le cose più facili:

 

Non prendiamoci in giro: lui ha cinquant’anni suonati, io ne ho venticinque. Apparteniamo a generazioni completamente differenti, con idee e approcci molto lontani fra loro.

 

In passato la coppia aveva parlato di progetti importanti come il matrimonio e la possibilità di adottare dei figli:

 

Poi è cambiato tutto. In ogni caso adesso non avrei mai adottato un bambino, sono troppo giovane e voglio concentrarmi sulla mia carriera. E poi sono bisessuale e non escludo la possibilità, un giorno, di fare figli con una donna.

 

Massimo ammette che, durante la crisi, ha tradito Alessandro:

 

A gennaio, quando la storia con Alessandro era già logora, ho avuto una breve relazione con un ragazzo, finita proprio perché poteva sembrare che fra me e lui ci fosse ancora qualcosa. Non voglio che in futuro si ripeta una situazione del genere.

 

Insomma a quanto pare Cecchi Paone è tradito e mazziato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>