Alessia Marcuzzi: “Mio marito Paolo Calabresi Marconi è stupendo, non è facile prendersi tutto il pacchetto”

di Sara Bianchessi Commenta

Alessia Marcuzzi , ospite a L'Intervista di Maurizio Costanzo, ha parlato, tra le altre cose, del matrimonio con Paolo Calabresi Marconi e dei figli Tommaso e Mia.

Alessia Marcuzzi , ospite a L’Intervista di Maurizio Costanzo, ha parlato, tra le altre cose, del matrimonio con Paolo Calabresi Marconi e dei figli Tommaso e Mia.

La padrona di casa de l’Isola dei Famosi parla dei suoi bambini:

Tommaso vorrebbe intraprendere la carriera di regista, stiamo cercando una scuola adeguata. Mi chiama Adolf come Hilter perché lo controllo molto. Un giorno, prima della puntata de L’Isola, ho scoperto da una app che Tommaso non era andato a scuola. Stava a giocare a biliardo in un bar di Via Panama, l’ho sgridato. Mia invece è un po’ pazza, è un’artista. Canta dalla mattina alla sera, ha preso dal nonno perché ha una bellissima voce. Si canta la ninna nanna da sola… è buffissima. Sa a memoria tutte le canzoni degli anni Ottanta e Novanta. Adesso mi ha chiesto di portarla a suonare il piano. Forse se la ritroverà Maria ad Amici.

La Marcuzzi parla del rapporto con gli uomini:

Forse sono stata più amata…Ho tradito, ma non entro nei particolari. Gli interessati sono stati informati perché poi ho lasciato e mi sono sempre fidanzata con il traditore. Non ho mai fatto la one night stand (una notte e via, insomma)

Alessia ha trovato il suo equilibrio accanto al marito, sposato in gran segreto a Londra:

Faccio una vita, tra social e paparazzi, in cui sono molto esposta. Quello volevo fosse un momento solo mio. Mi sono sposata nella campagna londinese. Paolo è stupendo, si è presa questa matta qua con tutto il pacchetto. Non credo sia facile accettare due bambini da due uomini diversi.

Un figlio con lui?

Non credo, voglio seguire bene Tommaso e Mia. Un altro figlio adesso mi farebbe perdere di concentrazione, poi nella vita non si sa mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>