Amici 10 finale, il forum di Annalisa Scarrone: “E’ riuscita a coniugare la passione vera per la musica con la preparazione”

di Redazione Commenta

Foto: AP/LaPresse

Abbiamo chiesto al forum di Annalisa Scarrone di raccontarci le loro emozioni alla vigilia della finale di domani. Arianna De Pasquale, in rappresentanza dei tanti fan di Nali, ha raccolto gli umori e le aspettative di chi ha sostenuto la propria beniamina dall’inizio del programma fino ad oggi.

{democracy:358}

Eiii!
Così ci salutiamo noi Fan di Annalisa Scarrone nel suo Forum Ufficiale e non. Seguiamo Annalisa dal 2 Ottobre e l’abbiamo accompagnata durante questi mesi con il nostro affetto, con impegno, e per la nostra gioia siamo arrivati con lei in Finale. Abbiamo cominciato in pochi, siamo aumentati pian piano, ci siamo riuniti, confidati, abbiamo scherzato, sofferto e adesso siamo “in attesa”. L’attesa ci mette ansia ma ci riempie anche di tante emozioni positive, di orgoglio e soddisfazione per questo percorso (che è anche il nostro percorso) portato a termine, e a cui manca l’ultimo grande passo. Siamo tesi, vorremo che il fatidico giorno arrivasse presto, ma vorremo anche che non arrivasse mai per goderci gli ultimi istanti di Annalisa dentro la scuola prima di veder partire quella che sperando sarà una lunga e appagante carriera nel mondo della Musica. Della SUA Musica. Ma cosa ci ha colpito della nostra “Piccola Briciola”? Come mai noi Fans ci lanciamo nelle espressioni: “è di un altro pianeta”, “è una spanna sopra tutti”, “è la migliore di tutte le Edizioni e non solo”? Badate bene, non sono le solite frasi di circostanza che qualsiasi Fan direbbe in riferimento al suo beniamino. Sono motivate:

E’ difficile spiegare come ti conquista Annalisa. E’ difficile spiegare perchè, una volta catturato non riesci più a farne a meno, ad eliminarla dalla tua testa. Annalisa Scarrone, la cantante di “Amici”. Annalisa Scarrone, l’artista. Di cantanti ne abbiamo sentite e viste tante, troppe in questi (pseudo) talent show. Tutte banali. Vuoi per il poco studio, vuoi per la poca cultura musicale. Quest’anno, ad “Amici”, Annalisa è riuscita a coniugare la passione vera per la musica con la preparazione. Cosa che non ha lasciato indifferente neanche chi del programma era nauseato o addirittura non l’aveva mai seguito. Nelle sue prove e nelle esibizioni, ascoltando quella voce da brividi e dalle mille sfumature e sfaccettature, si percepisce l’esperienza di chi non si è limitato a cantare per diletto, ma per chi ne ha fatto una ragione di vita, una fede, di chi è cresciuto ascoltando cose di qualità e che ha maturato un senso critico tale da avvicinarla a generi diversi: jazz, electropop/chillout, alternative rock, leggera italiana cantautoriale, ecc…. Annalisa è una persona che si è saputa reinventare e decisamente diversa dai soliti standard. Anche come cantautrice. La stessa “Solo”, una ballata Synth Pop, è lontana dal solito cliché della canzonetta che punta tutto sull’amore, mettendo invece a nudo con ironia e leggerezza (da non confondere con la superficialità), il suo carattere riservato, la sua timidezza e la sua voglia di dimostrare che anche lei c’è come artista. Sostenendo lei, si sostiene il talento. La chioma rossa, gli occhioni verdi che guardano nel vuoto (i faNALI), l’asta, lo Studio di Amici, il suo nome pronunciato tra tanti, la voce cristallina che ti cattura alla prima nota. Sono questi i primi ingredienti, così Annalisa si è presentata a noi. Così si presenterà in Finale ai milioni di Spettatori che la seguiranno. Vincerà? Non vincerà? Per noi Annalisa DEVE vincere, ma se così non fosse, ciò che importa più di tutto è che abbia coronato il sogno, vivere di musica, incidere un CD dopo le richieste come prima scelta di tutte e tre le Case Discografiche in lizza.

L’unicità di Annalisa è provata da tanti fattori, uno di questi, come scritto in precedenza, è che tra noi suoi Sostenitori non ci sono solo gli appassionati di Amici, coloro che hanno sempre seguito il programma, Annalisa è atipica anche perché ha attirato un target difficile, ha spinto a vedere Amici non solo chi l’aveva abbandonato, ma anche gente che lo disdegnava e non ci avrebbe perso un solo minuto. Ci piaceva riportarne una delle tante “testimonianze”. Chi scrive è Alex:

Comincio così, con un non inizio, per la paura del foglio bianco che coglie tutti gli scrittori. Vorrei far capire a chi dovesse leggere queste poche righe, cosa ha significato la scoperta di Annalisa per me. Sono un tipo asociale, egocentrico e arrogante. Non guardo la televisione, men che meno i “Talent Show”, che di Talent non hanno niente. Una mattina di Ottobre parlai con un mio amico che lavora nel mondo della discografia e lui mi consigliò di cominciare a seguire Amici. Non ne avevo alcuna intenzione, perché lo considero un mondo ipocrita e disinteressato nei confronti del talento. Per fortuna o purtroppo mi imbattei nel Video di una ragazza che si esibiva in una Cover di Vinicio Capossela “Scivola vai via”. In quel momento non mi ero ancora reso conto di star guardando un pomeridiano di Amici, ma già mi sentivo perso nelle armonizzazioni e nei colori di quella ragazza che raramente avevo ascoltato così belli e sensuali. Cominciai a cercare informazioni: esibizioni, interviste, qualcosa che potesse farmi conoscere meglio l’artista che avevo intravisto in televisione. Piano e con riluttanza cominciai a seguire Amici: tra litigi, discussioni sterili e storie d’amore mi sentivo perso e nauseato. Quando toccava a lei, però, l’umore risaliva e io chiudevo gli occhi. Perché la musica si sente. Annalisa mi ha costretto a seguire una trasmissione inutile, un mondo di cui avrei volentieri ignorato l’esistenza; mi ha costretto ad acquistare canzoni, a mandare centinaia di SMS, sorbire pianti ed esibizioni scadenti di chi talento proprio non ne ha, e se ce l’ha non è per la musica. Non so come andrà questa finale, non so neanche come si svolga una finale di Amici, ma so che Annalisa sarà lì e finché lei sarà lì io sarò incollato al televisore. Per fortuna o purtroppo l’ho conosciuta. Per fortuna, mi è scoppiata dentro al cuore.

Così Annalisa ci ha raccontato la sua storia; ci siamo affezionati a lei, avvicinati a lei, ci ha aperto le porte del suo mondo interiore cantando. E’ stata amata ed è stata criticata, e noi eravamo lì, orgogliosi di lei, per come ogni volta che ha abbassato la testa, è salita sul palco a cantare a testa alta; perché ogni volta che la voce le è mancata per raccontarsi è riuscita comunque a farsi comprendere; perché tutte le volte che avevamo delle aspettative è riuscita a superarle; perché ci ha trasmesso una miriade di emozioni diverse, è entrata inconsapevolmente nelle nostre vite, con la sua voce, tanto da essere avvolti dalla tensione per la finale, forse più di lei. Ma qualunque cosa accada domenica dobbiamo dire grazie ad Amici per averci regalato Annalisa, noi luce, lei…diamante.

[poll id=”152″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>