Amici, Charlie Rapino: “Sembra che la discografia abbia consegnato a Maria De Filippi tutto quanto”

di Sebastiano Cascone 12

Ex insegnante di Amici 9 (è stato colui che ha creduto per primo alla forza travolgente di Emma Marrone) e grosso talent scout, Charlie Rapino ha ricordato con affetto la propria avventura televisiva (Fonte Tgcom24):

Le esperienze sono sempre meritevoli. Bisognerebbe chiedere al talent show come è stata la sua esperienza con me. Io dopo sono tornato al mio lavoro. Era il momento in cui Maria ha deciso che voleva qualcosa di diverso e io ero la persona giusta.

Un fenomeno che ha cambiato sensibilmente il modo di fare musica nel nostro Paese:

In realtà sembra che la discografia abbia consegnato a Maria De Filippi tutto quanto. Quando una persona vince tre Sanremo su quattro, e quando non vince arriva seconda, bisogna farsi delle domande. Sanremo è la vetrina principale della musica italiana e se una persona fa man bassa in questo modo è evidente che ha del fiuto.

Ha aggiunto:

La musica è diventata varietà, penso che abbia finito la sua funzione a livello di linguaggio. Abbiamo avuto alcuni decenni caratterizzati da vere star che avevano qualcosa da dire e lo esprimevano attraverso il prodotto. C’era molto attenzione. Le manifestazioni canore del talent show sono in realtà la solita vetrina di ginnastiche vocali. Il nostro paese è improgionato in quel dannato episodio che è il melodramma, che ci ha lasciato la nefasta tradizione del bel canto. E tutt’oggi ne stiamo risentendo ancora oggi […]. Se non fosse stato per Maria che mi ha offerto quella platea io in Italia sarei ancora preso a pernacchie, perché sono una persona che si è fatta da sola e che è andata via dall’Italia molto presto. Poi da noi si parla molto, in Inghilterra si punta più alla sostanza, si va alla radice del problema. In Italia il formalismo sorpassa ogni cosa: i programmi televisivi durano più di tre ore, mentre l’X Factor inglese dura un’ora e mezza.

Commenti (12)

  1. Dichiarazione di Charlie Rapino: “Sembra che la discografia abbia consegnato a Maria De Filippi tutto quanto”.
    Allora, siamo messi proprio bene!…un leader, nel campo musicale italiano, era quello che mancava.

  2. Giuli(o) ho capito che sei un fans di Scanu …pero’ sfogati in un altro modo.

  3. @ mikimi:
    Mi dispiace , ma non hai capito un ciufolo,…non tifo per Scanu, ne per altri cosidetti “Big”.
    Stò solo contestando (se ho capito bene) un certo monopolio che la Sig.ra Maria De Filippi sta acquisendo nel campo della discografia italiana.
    Insomma per il solo fatto che alcuni allievi di Amici, abbiano vinto a Sanremo, adesso sembra, secondo Charlie Rapino, che la Maria nazionale, sia la sola tenutaria della verità canora italiana e pertanto, come re Mida, tutto quello che tocca diventa oro, avendo, anche il potere decisionale, del CHI, del COME e del QUANDO.

    “Il nostro paese è improgionato in quel dannato episodio che è il melodramma, che ci ha lasciato la NEFASTA tradizione del bel canto”, parole di Rapino.

    Forse il sig. Charlie, ha tralasciato di dire che l’Italia è nota nel mondo, proprio per il bel canto, e che la storia musicale italiana, ha solide e invidiate tradizioni.
    Quanto esposto è solo il parere di Rapino,…io, posso non essere in daccordo con quello che dice.
    Pertanto, ne lui, ne te, potete impedirmi di dire la mia (che non è uno sfogo) puoi contestarmi, se vuoi, ma non tirare in ballo, preferenze, che non ho mai espresso.

  4. @ mikimi:
    P.S.: Tanto per essere precisi, non mi sono mai piaciuti coloro che elevandosi, con il consenso del popolo, poi decidono di fare il bello o il cattivo tempo, a proprio piacimento, mi suona tanto di condizionamento tirannico.

    N.B.: per la cronaca mi chiamo Giulio con la o

  5. @ giulio:
    Per chi tifi? Ti sento sempre criticare tutti!

  6. @ Drums:
    Se mai, ho criticato un programma come Amici11, che quest’anno ha premiato un non cantante e un non ballerino, secondo un mio giudizio.
    In quanto ai Big ci sono molti tra di loro,che mi piacciono, alcuni, sono stati estromessi e non lo meritavano, altri, hanno vinto a ragion veduta, fra mille polemiche e altri ancora, che sempre secondo il mio parere, sono stati portati avanti per meriti discutibili.
    Premetto che Amici era una delle mie trasmissioni preferite,…ma è stata sconvolta nel suo contesto, questo ha creato un certo disappunto, non solo in me.
    Non sono il tipo che aspettandosi, una bella bistecca succulenta e vedendosi poi portare un minestrone, dice che è contento lo stesso,…tanto l’una vale l’altro.
    Forse, non sarai daccordo con me, ma questo è il mio parere e non lo cambio per far piacere a qualcuno.

  7. @ giulio:
    Si, ma per chi tifi? Mi dici un nome? Faccio questa domanda perchè ogni volta che vedo i tuoi commenti(Non prenderla a male) noto tante critiche!

  8. @ Drums:
    Quando sento una Maria De Filippi che stà per annunciare un Amici Kids in barba ad “Io Canto” condotto da Gerry Scotti.
    Quando leggo di un Gerardo Pulli, che adesso dichiara che “Amici è la chiave di tutto” dopo aver usato il programma a suo piacimento.
    Quando vedo un Rudy Zerbi, che si accanisce, in studio e dietro le quinte, nel denigrare un allievo poco più che 22enne, declassandolo a cantante di quart’ordine. (vds. Ottavio)
    Quando leggo che in un intervista Charlie Rapino dichiara : Il nostro paese è imprigionato in quel dannato episodio che è il melodramma, che ci ha lasciato la NEFASTA tradizione del bel canto”.
    Di episodi strani e di cattivo gusto, in Amici 11 di quest’anno ne ho visti tantissimi, compreso l’epilogo finale, la vincita di un, non cantante e di un, non ballerino, a discapito del vero talento.
    Quando vedo e leggo, fatti, situazioni e personaggi fasulli, mi scatta in automatico la critica. Stò sbagliando?, dovrei dire che tutto è spettacolo?, tutto è divertimento?…non credo!.
    Vuoi sapere per chi tifo?,…non ho, un mio idolo canoro preferito, ma non mi dispiace ascoltare: Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Karima Ammar , Antonino Spadaccino e Carlo Alberto Di Micco.
    La loro arte mi suscita bellissime sensazioni,…ho risposto alla tua domanda?

  9. @ giulio:
    Sì, hai risposto. Comunque non capisco perchè tu ti veda ancora Amici. è uguale agli altri anni.
    Pieno di bimbeminkia e trucchi
    Non capisco cosa si critica a fare continumamente un programma e poi continuarselo a vedere. I tuoi commenti su Amici11 , sono cominciati molto tempo fa e non cessano di smettere, quindi hai seguito il programma dall’inizio fino alla fine. Non ti sto dicendo che non devi commentare, ma ti voglio dire che non capisco cosa guardi a fare un programma che non ti piace.
    è come se io mi guardassi il grande fratello, programma che odio, criticandolo ad ogni edizione, ma continuandolo a vedere imperterrito in tutte le edizioni, anche nei day-time

  10. @ Drums:

    Ho seguito la trasmissione “AMICI” sin dalla sua nascita, allora si chiamava “SARANNO FAMOSI”.
    Mi piaceva questo programma, perché dava la possibilità a tanti ragazzi di potersi esibire e a qualcuno, realizzarne i sogni.
    Allora era una “scuola” con tanti insegnanti, non solo di canto e di danza, si insegnava dizione. recitazione, portamento, cura dell’immagine scenica etc.etc.
    La trasmissione era condotta , come oggi, da Maria De Filippi , in modo sobrio ed appropriato , attentissima a che si rispettassero le regole, mai una parolaccia, mai un litigio, e gli alunni dovevano adeguarsi, portando il dovuto rispetto agli insegnamenti dei professori, consci dell’opportunità invidiabile di cui godevano.
    Poi c’è stata un evoluzione,… il programma era ancora gradevole, hanno tolto qualche insegnante, hanno modificato certi passaggi in arena con un pubblico “non carino” che apostrofava gli allievi in modo arrogante, insomma tutto sommato non era male.
    Questo scena idilliaca di programma perfetto, ha subito una metamorfosi,…insegnanti che litigavano tra di loro, allievi irrispettosi ed arroganti, volgarità gratuite in fasce orarie protette, insegnanti volutamente ostili, nei confronti degli allievi e viceversa.
    Tutto questo, non mitigato ne osteggiato dalla conduttrice, forse questa volta, era attenta solo all’audience.
    Adesso provo a spiegare perché ho continuato a seguire Amici: Dunque ho visto nascere una creatura bellissima l’ho seguita nelle sue fasi di crescita, non potevo abbandonarla senza capire il motivo del suo declino.
    Per capirlo ho dovuto “bere fino in fondo dall’amaro calice”. Finalmente ho capito, AMICI è solo un business, un apparato per fare soldi, offrendo spettacolo di bassa lega, farcito di volgarità e gossip.
    La mia unica soddisfazione è stata quella di utilizzare i blog , messi a disposizione da “Mondoreality” per criticare/commentare ed esprimere il mio disappunto,…ho trovato altri, che la pensavano come me e con i quali ho instaurato un dialogo.
    Certamente AMICI 12 , non mi vedrà più, attento spettatore, davanti ad un televisore.
    Spero di essermi spiegato e che tu legga quanto scritto, in fondo anche questo è servito per mantenere aperto un dialogo.
    P.S.: Come te, detesto in modo viscerale, il programma “Grande Fratello” ho visto qualche passaggio tra uno zapping e l’altro…mi è bastato!

  11. @ giulio:
    Scusa, ma hai seguito per 7 edizioni un programma truccato?
    Dalla quinta fino alla dodicesima! Lì, poi, le bimbominkia cominciavano a votare…
    è inutile credere che Amici possa cambiare in meglio, può solo peggiorare

  12. @ Drums:
    Ora lo so,…ma per arrivare a questo, ho dovuto verificare, sul campo, passo dopo passo, l’ipocrisia e la malafede, della De Filippi e del suo entourage,…meglio tardi, che mai.
    Un saluto in amicizia…Giulio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>