Antonella Clerici parla di Eddy e di Lorenzo Crespi: “Meglio sbagliare che vivere di rimpianti”

di Redazione 1

Antonella Clerici fa finalmente chiarezza sulla sua vita sentimentale. La bionda più amata dagli italiani racconta sulle pagine del settimanale Chi la fine dell’amore con Eddy Martens, da cui ha avuto la piccola Maelle, e parla della chiaccheratissima storia con Lorenzo Crespi.La Clerici parla della dolorosa rottura con Eddy:

Non esco dal un bel periodo. Anzi direi che è stato piuttosto duro. Ho sbagliato, mi sono persa dietro a quello sbagliato, ma ne è valsa comunque la pena. Questa estate ho capito che fra me ed Eddy, il papà di mia figlia, le cose non andavano più. Mi sono resa conto a giugno che ero terribilmente infelice, che mi stavo spegnendo. Eddy è stato decisamente immaturo, ho sperato che la nascita della piccola lo facesse crescere, non è avvenuto e così mi sono fermata e ho detto: “Non ha senso continuare””. Ho lasciato Eddy quando ho realizzato che questa coppia non esisteva più. Lui vive in Belgio, ma viene spesso a Roma a trovarci ed è tutto migliorato. Mi ascolta persino.

Poi è arrivato Lorenzo Crespi:

Ci siamo piaciuti molto, ma io ho capito che nessuna passione vale mia figlia. Quando ho realizzato che le mie responsabilità sono verso di lei, ho avuto chiaro che ogni briciola di energia, di forza, di allegria in questo momento devono essere tutte destinate a Maelle. Non posso permettermi distrazioni.

Antonella non chiude del tutto le porte alla speranza:

Non sono una donna da mezze misure, per il resto se sia finita per sempre o meno con Eddy io per prima non lo so. L’ho amato moltissimo, rifarei ogni cosa di quello che ho fatto perché ogni cosa che fai ha motivo di essere. La verità è che mi sento sempre in obbligo di dare più di quanto ricevo.

La conduttrice crede ancora nel principe azzurro, nonostante le delusioni:

Io non ho paura di amare troppo, ma di amare troppo poco. Meglio sbagliare che vivere di rimpianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>