Antonella Elia, Isola dei Famosi 9

di Redazione Commenta

Nel corso della sesta puntata de L’Isola dei Famosi 9, Antonella Elia è sbarcata a Cayo Paloma per unirsi al gruppo degli Eroi. La showgirl ha consegnato ai suoi nuovi compagni d’avventura una tavoletta di cioccolato e aggiunto tre nomination.

SCHEDA UFFICIALE

Antonella Elia, conseguita la maturità scientifica, si trasferisce a Roma e inizia la sua carriera artistica come attrice teatrale in uno spettacolo di Aldo Trionfo dopo aver frequentato la scuola di Tonino Conte. Dopo essere comparsa in alcuni spot pubblicitari negli anni Ottanta e in alcuni spettacoli teatrali, debutta in televisione nel 1990 come valletta di Corrado nello storico varietà del sabato sera di Canale 5 La Corrida, ruolo per il quale verrà confermata anche nel 1991.

Dal settembre 1991 partecipa alla prima edizione di Non è la Rai, condotto da Enrica Bonaccorti, dopo un’esperienza nel programma di Jocelyn Cos’è cos’è. Con Non è la Rai andrà in onda ogni pomeriggio su Canale 5 e parteciperà anche ai vari spin off, come lo speciale di capodanno andato in onda il 31 dicembre 1991. Nell’estate 1992 affianca Paolo Bonolis alla conduzione del varietà estivo Bulli & pupe e co-conduce con Corrado e Fabrizio Frizzi la nona edizione del gran premio internazionale dello spettacolo.

Nel 1993 partecipa al varietà Questo è amore, per il quale canta anche l’omonima sigla, mentre nella stagione 1994/1995 affianca Beppe Fiorello in quella che sarà l’ultima edizione del varietà musicale di italia 1 Karaoke. Nel 1995 conclude anche una biennale esperienza al fianco di Raimondo Vianello per la conduzione del programma calcistico Pressing. Nell’estate del 1995 partecipa a un varietà di Alberto Castagna, Cuori e denari con Simona Ventura, mentre nel settembre 1995 inizierà un sodalizio lavorativo con Mike Bongiorno. Lui la sceglie infatti come valletta dei suoi quiz e varietà La ruota della fortuna, Ma l’amore sì e Bravo bravissimo, ma il sodalizio si scioglierà dopo quella stagione.

Infatti nel 1996 lascia Mediaset per condurre, su Tmc2, un programma giornaliero intitolato Dritti al cuore. L’esperienza nella giovane rete durerà però solo una stagione: nel 1997 Antonella Elia porterà all’esordio insieme a Claudio Bisio il programma cabarettistico Zelig – facciamo cabaret, in seconda serata su Italia 1.

Contemporaneamente reciterà nel ruolo di Antonella, la nipote della bidella della scuola (Franca Valeri) nella fiction mediaset Caro maestro. Nel 1998 condurrà su Tmc il programma Centocittà e, l’anno successivo, prenderà parte al programma Duri quotidiani insieme a Demo Mura, per l’allora neonata emittente satellitare Mediaset Happy Channel.

Nel 2002 è di nuovo su Canale 5 assieme a Mike Bongiorno per condurre il varietà dedicato agli animali : Qua la zampa. Dopo due anni di assenza dalla tv, nel 2004 partecipa al reality show L’isola dei famosi. L’anno dopo sarà opinionista del programma. Nel frattempo ha recitato in alcuni spettacoli teatrali e, dal 2002 al 2004, ha studiato da attrice negli Stati Uniti alla Beverly Hills Palyhouse di Los Angeles nel corso di Milton Katselas , prendendo parte come figurante ad alcuni film americani. Tornata in italia, nel 2004 ricomincia a frequentare i salotti televisivi, tra cui quello di Buona domenica. Torna alla co-conduzione solo nel 2006, quando presenta Il derby del cuore e, nello stesso anno, è inviata del programma di attualità di Raiuno La vita in diretta e partecipa alla trasmissione d’informazione e attualità politica Alice e le altre, farà ritorno in tv tre anni dopo, nel 2009, prendendo parte al programma di approfondimento musicale X Factor – Il processo, nel quale verrà riconfermata anche per il 2010. Nel gennaio 2011 è tornata su Canale 5 per la conduzione (insieme a Flavio Insinna) dello spettacolo del sabato sera La corrida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>