Ballando con le stelle, Milly Carlucci: “Televoto truccato? Bettarini lo dice solo perché non ha vinto”

di Redazione 1

Milly Carlucci scende in campo per difendere Ballando con le stelle dopo le polemiche degli ultimi giorni scatenate dalle dichiarazioni dell’ex calciatore e ex concorrente dello show, Stefano Bettarini che, in alcuni tweet, insinuava dubbi sulla regolarità del televoto.La presentatrice, in un’intervista al settimanale Visto, ha dichiarato:

Fin dai tempi in cui era in gara, posso dire che Bettarini si è dimostrato un personaggio molto vivace, che diceva sempre tutto quello che pensava. Per quel che ricordo si è impegnato tantissimo e ha lavorato una quantità di ore spropositate come fanno tutti i nostri concorrenti. Essendo uno sportivo forse più degli altri avrebbe voluto vincere. Ma esternando i suoi dubbi sul televoto, dimostra di non ricordare come funziona il meccanismo di Ballando.

La Carlucci su Bettarini aggiunge:

Non so che pensare, voglio credere che sia ancora dispiaciuto per non aver vinto e questo lo trovo tenero. lo posso capire il suo stato d’animo: si sentiva tecnicamente superiore a Emanuele Filiberto e non è riuscito a imporsi.

Milly difende la trasparenza del televoto:

Il televoto è molto controllato e difficile da manomettere. La possibilità che i dati siano manipolati, quindi, non è reale né realistica. La Rai controlla che non vengano impiegati i call center per evitare la concentrazione di voti su uno o un altro concorrente. Nel caso di Ballando, in ogni caso, l’uso dei call center sarebbe una pratica suicida: qual è l’interesse che dovrebbe muovere i voti? Chi vince Ballando non guadagna denaro: è solo eletto miglior ballerino di quell’edizione.

A quanto pare, secondo la Carlucci, Bettarini starebbe ancora rosicando per non aver vinto, voi cosa ne pensate?

Commenti (1)

  1. Ma Bettarini ancora parla? O vuol far parlare di sè?!?
    Ma smettilaaaaaaaa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>