Ballando con le stelle, Ria Antoniou: “Mi sono rifatta il seno per liberarmi dei fantasmi del passato”

di Redazione Commenta

Ria Antoniou nasconde un segreto del suo passato che l’ha fatta molto soffrire. La modella, diventata famosa in Italia per aver partecipato a Ballando con le stelle, quando era adolescente è stata vittima di bullismo da parte dei suoi compagni di scuola che la deridevano perchè troppo magra. L’ex reginetta ammette di essersi rifatta il seno proprio per sentirsi più sicura. Ria, in un’intervista al settimanale Di Più, parla della sua brutta esperienza:

Quando ripenso agli anni della scuola, provo sempre una brutta sensazione dentro di me. Non sono stati anni facili, ho vissuto un periodo davvero brutto a causa dei miei compagni.

La Antoniou racconta cosa le facevano i suoi compagni:

Mi tormentavano, mi prendevano sempre di mira appena entrata in classe. Mi dicevano: “Guardati , sei orribile, ti si vedono le ossa! Non ti bacerei mai. Nessuno ti bacerà mai, fai impressione. Io, che ero veramente molto magra all’epoca, soffrivo da morire. Mi sentivo disperata, mi veniva da piangere ogni giorno.

La modella confida che il suo seno proprio non le piaceva e per questo, tre anni fa, l’ha rifatto:

Il mio seno non mi piaceva, lo vedevo piccolo, mi ricordava quando ero la magrolina derisa da tutti. Me lo sono rifatto tre anni fa. Tutti mi dicevano di non farlo, la mia famiglia, i miei amici. Ma io volevo un seno nuovo, più grande, per sentirmi più bella, per sentirmi più affascinante. E così l’ho fatto.

Ria non si è pentita della sua scelta:

Era una cosa che desideravo fortemente ed è stato giusto farla tre anni fa. Prima o poi l’avrei fatto comunque, meglio avcerlo fatto prima. Sono felice di averlo fatto.

Se un intervento chirurgico può aiutare a dimenticare un passato difficile, perchè no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>