Barbara Capponi a Mondoreality: “Ballando con le stelle mi ha avvicinato al pubblico”

di Giulio Pasqui Commenta

 Si è conclusa in semifinale l’avventura di Barbara Capponi a Ballando con le stelle. Barbara ha raccontato a Mondoreality di essere molto soddisfatta di questa esperienza diversa da quello che è il suo lavoro (è una giornalista del Tg1 N.d.R.) e ammette che non parteciperebbe ad un reality diverso da quello intrapreso.

Come hai preso l’eliminazione ad un passo dalla finale?

L’eliminazione quando avviene ad un soffio dalla finale è sempre un po’ difficile da digerire, soprattutto considerando il livello di tecnica che avevo raggiunto. Penso di aver condotto comunque una bellissima gara! A rimanere delusi e a non farsene una ragione sono invece i miei quasi 10mila amici del fan club che è nato su Facebook dopo la seconda puntata di Ballando. Loro sono stati dei supporters eccezionali che non smetterò mai di ringraziare ed aver conquistato la loro simpatia, affetto e stima, rimane per me la vittoria piu’ bella!

Qual è il tuo bilancio di quest’esperienza?

E’ stata un’esperienza molto divertente che mi ha permesso anche di conoscere e capire meglio gli ingranaggi di un reality di grande successo. Aggiungerei il fatto che in soli due mesi ho imparato 12 balli. Che meraviglia! L’ho fatto con uno dei maestri piu’ bravi che abbiamo in Italia come Samuel Peron. La considero davvero una bella fortuna!

Come è stato l’approccio iniziale con il mondo del ballo?

Ballare mi ha sempre divertito e sono anche una grande appassionata di balletto classico e moderno, naturalamnete sempre da spettatrice! Sono cresciuta gurdando insieme a mio padre i musical di Fred Astaire, Ginger Rogers, Gene Kelly e Cyd Charisse… miti del musical di Broadway! All’inizio però non nascondo che per una pigra come me è stata una bella fatica allenarmi tutti i giorni e poi memorizzare velocemente le coreografie…

Cosa ti ha spinta ad accettare l’invito di Milly Carlucci?

Mi stimolava l’idea di mettremi in gioco in un campo che da sempre mi appassiona ma è lontanissimo dalla mia professione.. dopo aver riflettuto un po’ e con l’autorizzazione del mio Direttore (Augusto Minzolini, ndr) ho deciso di buttarmi in questa avventura ed oggi dico che ho fatto benissimo.

Parteciperesti ad un reality come L’isola dei famosi?

No. Ho partecipato a Ballando perchè il mondo della danza è una disciplina sportiva e perchè Ballando è un programma garbato, condotto da Milly che è un garanzia di eleganza e serietà. Non è mai scaduto nel trash ed ha avuto un cast di alto profilo.

Come hai vissuto il fatto di essere giudicata da una giuria su un terreno che non ti è proprio congeniale?

Le regole del gioco erano chiare: era inevitabile sottoporsi al giudizio della giuria anche se alla fine non è tanto una gara ma è molto più spettacolo e quindi i criteri di valutazione non sono quelli canonici…

Hai temuto di poter risultare meno credibile come giornalista, una volta ritornata a condurre il Tg?

Premetto che io non ho mai smesso di lavorare durante il programma, mi dividevo tra redazione al mattino e sala prove nel pomeriggio. Quando ci sono stai i miei turni ho anche condotto le edizioni del Tg1 del mattino. Detto questo, il problema della credibilità non mi ha neanche sfiorato. Una professionalità costruita in 20 anni di dura gavetta e sacrifici non viene certo intaccata da fatto di partecipare ad un programma come Ballando! Anzi sa che le dico? Che questa esperienza mi ha avvicinato ancora di piu’ al pubblico, viste le continue e numerose testimonianze di affetto che ricevo e visto anche l’aumento di ascolto dei miei tg

In una prova a sorpresa ti sei dovuta cimentare anche con la danza del ventre (un video cliccatissimo su Youtube). Hai provato imbarazzo?

La danza del ventre era una prova a sorpresa e giustamente le prove a sorpresa sono studiate dagli autori per mettere in difficoltà i concorrenti ! Certo è che se lo avessi saputo prima avrei trovato qualche escamotage per evitare quella prova …purtroppo mentre per altri balli ho sempre imposto il tipo di abito da indossare, in quel caso, dato che la danza del ventre può esser ballata esclusivamente con quel tipo di costume non c’era scelta ahime’…anche perchè è stato fatto tutto in diretta! E comunque ancora una volta ho dimostato che si puo’ essre sensuali pur conservando compostezza ed eleganza…

Come ti sei trovata con Samuel Peron?

Samuel Peron come ho già detto è un grande professionista… ha uno stile che lo rende unico: una grande energia ma anche una grande classe quando danza. Abbiamo avuto pochissimi momenti di tensione perchè da subito si è creato un bel feeling tra noi ed io sono stata un’allieva molto tenace che ha combattutto fino alla fine. Poi è un ragazzo dalle mille risorse, è un bravissimo designer ed ha realizzato anche una sua linea di abbigliamento. Una creatività a 360 gradi.

Sei contenta della vittoria di Kaspar Capparoni?

Assolutamente si. Kaspar era indubbiamente il più bravo. Si è impegnato tantissimo dando tutto se stesso e riuscendo a fare delle grandi interpetrazioni, anche grazie alla sua bravura in campo recitativo.

Proseguirai ad esplorare il variegato universo del ballo?

Per me la parentesi con il ballo è chiusa! Resteranno sicuramente bellissimi ricordi. Il giorno dopo l’eliminazione ho ripreso subito a tempo pieno il mio lavoro al TG1 che amo tantissimo e che mi da’ grandissime soddisfazioni! Poi se nel mio percorso lavorativo che è stato sempre in salita, nasceranno opportunità di nuove esperienze sempre in sintonia con il mio temperamento e la mia professionalità, ben vengano. Mai dire mai…

Grazie a Sebastiano Cascone per la collaborazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>