Costantino Vitagliano: “Non l’ho dato mai a nessuno per fare carriera”

di Sara Bianchessi Commenta

Costantino Vitagliano  parla della sua vita dopo il grande successo a Uomini e Donne, della sua vita privata, della paternità e di molto altro.Costantino VitaglianoL’ex tronista, ospite di Alberto Dandolo e Fabio De Vivo a Stanza Selvaggia, sulle frequenze di M20, racconta qual’è la sua occupazione attuale:

Da poco sono sui social. Io ho una chat telefonica per dialogare coi miei fan. Ho fatto tante cose, continuo a farle anche se non sono più in onda. Oggi mi sono defilato un attimino perché la televisione è cambiata. Faccio tante cose come prima, le serate, l’imprenditore… Ho ristoranti. Una volta ogni tanto ho il piacere di mangiare una pizza insieme alle persone che ancora oggi mi seguono sui social. Ho fan di tutte le età, passiamo dai 20 alla mamma alla nonna. La mia chat telefonica l’ho fatta per dieci anni, poi io leggo un oroscopo. Ci sono persone che hanno piacere di sentirselo leggere da Costantino. Dialogo con le persone a tu per tu.

 Costa parla della sua vita privata:

Ho una bambina di nove mesi, ho un rapporto con la mamma così così. Non sono né single né altro, cerco di dare tutto alla mamma di mia figlia che è sotto stress ed evito di prendere decisioni definitive. Adesso lavoro e godo di mia figlia.

Vitagliano ha smentito di essere sceso a compromessi sessuali per fare carriera:

Io non l’ho dato a nessuno, le leggende metropolitana sono diffuse da quelli come te e come Selvaggia. Costantino negli anni di Lele Mora portava tanti soldini alla struttura, avevo un trattamento adagiato perché facevo tanto guadagnare. Compravi Costantino, eri obbligato ad altri artisti. Ad oggi le facciamo tutti le serate ma le cifre sono cambiate. Ero cubista, spogliarellista… Oggi lavoro ancora nei locali più importanti, la verità è che oggi c’è troppa mer… Ho partecipato a serate con altri ospiti in cui io gestivo e creavo. Anche chi non era famoso era l’evento. Si creava il divertimento.

Voi ci credete?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>