Daniele Magro, L’aria che respiro – Testo

di Massimo Galanto Commenta

Tra i partecipanti di Sanremo Social, concorso utile per aggiudicarsi uno dei 6 posti disponibili nella sezione Nuova Generazione dell’edizione 2012 del Festival di Sanremo c’è anche Daniele Magro, ex concorrente di X Factor 2. Dopo il salto vi proponiamo il testo della canzone presentata, dal titolo L’aria che respiro.

L’aria che respiro – Testo

L’aria che respiro
è nomade e selvaggia
come una sirena
che ora vive sulla spiaggia
l’aria che respiro
non ha origini o destino
ha il coraggio di un anziano,
la paura di un bambino.
Spazi vuoti e grandi
sono sassi e poi diamanti
un’altare senza fiori
il fruscio di due amanti,
mi ci metto pure io
in mezzo alle correnti
prima sono labbra sì, ma poi saranno denti.
E’ inutile provare a ritornare indietro
inutile, non c’è calore dietro me
so che
che in qualunque posto sono
non sarà mai più lo stesso
vorrei prendermi in giro
ma questa è l’aria che respiro,
l’aria che respiro.
L’aria che respiro
cambia sempre direzione,
si nasconde come un ladro
ma non sta dentro un polmone
l’aria che respiro si fa forte con il tempo
costruisce dei castelli
con il fango, con l’argento.
E’ inutile provare a ritornare indietro
inutile, non c’è calore dietro me
so che è…

In qualunque posto sono
non sarà mai più lo stesso
vorrei prendermi in giro
ma questa è l’aria che respiro (x3).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>