Emma Marrone e Stefano De Martino sposi nel 2012?

di Redazione 6

Spread the love

Qualche settimana era stata Emma Marrone a preannunciare il progetto di “sposarci e di avere dei figli“. Ora, invece, è il padre della cantante salentina a rilasciare interessanti dichiarazioni sulla storia d’amore della figlia e del ballerino Stefano De Martino. Il signor Rosario Marrone ha raccontato al settimanale Dipiù:

Quando pochi giorni fa, seduto sul divano di casa, Stefano mi ha detto: ‘Voglio sposare Emma, la amo e sogno di stare con lei per tutta la vita’, l’ho mandato subito a quel paese. Poi, però, appena mi sono reso conto che faceva sul serio, e che stavolta ha davvero messo la testa a posto, ho acconsentito. Ma, mi creda, non è mai facile per un padre lasciare andare la propria figlia. Specie se questa figlia si chiama Emma Marrone.

Il padre ha proseguito:

Non avrei mai pensato che con Stefano le cose si sarebbero evolute tanto in fretta. Addirittura le nozze, lei vestita di bianco… Vorrei dire: ‘Speriamo che i ragazzi cambino idea’. Ma poi mi mordo il labbro e penso: ‘Sei davvero un egoista, Rosario, tua figlia non ha più tre anni, ormai è una donna.

Il futuro sposo è stato impeccabile nella dichiarazione:

Mentre Stefano mi chiedeva la mano di mia figlia, mi guardava fisso negli occhi, come non aveva mai fatto. E in quegli istanti ho capito che faceva davvero sul serio.

Il matrimonio tra i due ex partecipanti alla nona edizione di Amici di Maria De Filippi non sembra troppo lontano. Non è ancora stata fissata una data, ma le nozze sono previste per il 2012. Il signor Rosario ha spiegato:

Allora visto che il tempo corre e mia figlia vuole seguire la tradizione e sposarsi nel nostro paese, mi ha già incaricato di cercare qualche locale dove fare la festa. Vorrebbe un luogo dove ci siano insieme la chiesa e lo spazio per il ricevimento. Ho individuato due posticini carini che mi sento di consigliarle. Mia moglie Maria è al settimo cielo, fra l’altro di mestiere fa proprio la sarta ed è già in fibrillazione pensando al tipo di abito nuziale da confezionarle, io un po’ meno… anche se poi, guardando Emma e Stefano insieme, mi accorgo che sono felici, si amano, ed è questo l’importante. Ma l’idea di vederla andare via non mi va giù, ecco.

Emma e Stefano in realtà nei mesi scorsi avevano avuto un periodo di rottura, dovuto all’avvicinamento del ballerino alla collega Giulia Pauselli. E così, in ricordo di quel periodo, il signor Rosario ha rimbrottato Stefano:

Di getto, dopo quella sua richiesta ho deciso di fare una ramanzina con i fiocchi a Stefano. Perché, vede, io come ogni padre, non posso dimenticare che, a un certo punto, lui ha fatto del male alla mia bambina. Non posso dimenticare che, mentre era ‘da un’altra parte’, la mia Emma era disperata, voleva addirittura lasciare Sanremo.

Per Emma, dunque, si preannunciano mesi caldi. A settembre la pubblicazione del suo nuovo album, Sarò libera. E nel 2012 le nozze. Auguri.

Commenti (6)

  1. Tantissimi auguri!
    Oltre ad essere due grandi artisti, sono due splendide persone e si meritano il meglio.

  2. che tristezza queste persone! quando si dice fare le cose senza pensarci…ma cosa ci potevamo aspettareda questi 2?!

  3. Auguri!
    Meritano tanta felicità e serenità.

  4. auguriiiiiiiiiiiiiii!!!

  5. Non possono aspettare perchè esce il disco a Settembre…ci vuole un po’ di visibilità in più…poi non si lamentassero però su FB se i fan si interessano alla loro vita privata quando poi sono loro e chi gli gira intorno (amici, genitori, ufficio stampa ecc.) che alimentano il gossip.
    Emma ha tutta la mia stima come cantante ma per tutte le cose che sta facendo e dicendo su FB e giornali da Sanremo in poi…no!

  6. Sono felicissima per loro! Oltre ad essere bravi artisti li stimo molto anche come persone!
    Auguro loro tanta felicità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>