Grande Fratello 10, conferenza stampa di chiusura

di Redazione 2

La vittoria (scontata) di Mauro Marin ha chiuso definitivamente la decima edizione del Grande Fratello. Così Andrea Palazzo coordinatore degli autori del reality di Canale 5, commenta gli ottimi risultati dell’ultima stagione (fonte il Velino)

La vittoria di Mauro è specchio dei tempi. Su Facebook è nato un fan club con 381 mila contatti.

Entusiasmo alle stelle anche per Paolo Bassetti, Presidente e Amministratore delegato di Endemol Italia alla luce degli incoraggianti dati d’ascolto della finale (vista da 7 milioni 460 mila telespettatori, con il 34,47 % share, per un’edizione che ha viaggiato alla media di 6 milioni 164 mila telespettatori e del 27,88 % share.

Questi primi dieci anni di Grande Fratello sono passati in fretta. È la prima volta di un programma di prime time di Canale5 di ben 20 puntate, oltretutto un programma di cui si sono fatte due edizioni in un anno e basato semplicemente sulle storie di ragazzi per cui questo può rappresentare un’opportunità o una vetrina. John de Mol afferma che il Grande Fratello si basa su tre cose: cast, cast, cast. Io dico che è anche un lavoro di tutti. Io ero perplesso di questa lunga edizione, ma Mediaset ha avuto ragione nei dati ottenuti.

E già si pensa all’undicesima stagione del reality

Ne parleremo col broadcaster nelle prossime settimane. Abbiamo un contratto per altri tre anni. Il conduttore? Perché pensare a qualcun altro quando con Alessia Marcuzzi va benissimo, ha glamour e disponibile. Mi auguro che resti.

La parola a Mauro, trionfatore unico del Grande Fratello, che tra liti e strategie ha vinto 250 mila euro con cui intende pagare il mutuo per il suo salumificio (fonte Tgcom)

Nella casa sono andato controcorrente, in un gruppo già costituito. Ho provato a giocare il tutto per tutto come si fa a poker e tutti si sono schierati contro di me. Sicuramente Sarah e Veronica se si sposeranno non mi inviteranno al matrimonio, non dimenticherò di sicuro i calci di Carmela che voleva farmi capire di non prendere a calcetti George, una volta ho visto un aereo passare sulla casa con scritto ‘Resisti Mauro. I tuoi fans’.

Tanti i sostenitori dell’imprenditore veneto che hanno danno vita ad una vera e propria community per sostenere il proprio beniamino

Dopo 4 mesi ho aperto riviste, ho controllato internet e visto la tv. Questa nella mia vita è la prima conferenza stampa a cui partecipo. Mi sono accorto del fanclub su Facebook dedicato a me con quasi 400 mila iscritti, che la Gialappa’s di Mai dire Grande Fratello mi ha definito ‘un intelligente mascherato da imbecille‘.

Mauro è entusiasta di come le persone hanno recepito il suo personaggio nella casa

Sono un “cittadino dell’Europa”, a volte tollerante altre un po’ ottuso e un uomo capace di fare la “faccia di bronzo” per raggiungere il suo obiettivo.

Il giovane Marin riassume così la strategia che gli ha permesso di prevalere al televoto su Giorgio, Cristina ed Alberto

Il vero Mauro c’è stato sempre nei 4 mesi, ma va distinto dal Mauro ‘giocatore’. Altrimenti sarei stato un vero attore. In certi casi mi sono ispirato ad Alvaro Vitali in ‘Pierino’. Io ho dato confidenza estrema da subito e questo probabilmente è stato vissuto come una forma di aggressione.

Da non escludere un suo futuro televisivo

Mio padre mi diceva ‘Mauro ti mando a casa, a scuola e in chiesa se non fai il bravo’, ovvero dalla vita hai solo da imparare. Ho fatto ragioneria e poi avrei voltuto studiare all’Istituto d’arte. Poi ho fatto il cameriere, l’imbianchino, ma se qualcuno riconoscerà in me delle velleità non mi tirerò indietro, anche se non ho fatto nessun corso di recitazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>