Grande Fratello 11, Andrea Cocco a Pomeriggio Cinque: prima il “miele”, poi le solite polemiche (da cui Andrea farebbe meglio a scappare!)

di Redazione Commenta

Dopo l’intervista a “rischio infarto”, visto le 32 ore senza sonno, rilasciata a Paolo Bonolis, durante Il senso della Vita, Andrea Cocco, vincitore dell’undicesima edizione del Grande Fratello, è stato protagonista di una nuova intervista, inevitabile, nel salotto di Barbara D’Urso a Pomeriggio Cinque.

Decisamente più rilassato, visto che la sbornia post-vittoria è stata ampiamente metabolizzata, la prima parte dello spazio dedicato ad Andrea è stata all’insegna del “volemose bene”, forse fin troppo: il “miele” che è letteralmente colato dal vostro televisore è dovuto al fatto che, intorno ad Andrea, è stato creato un quadro assolutamente perfetto.

La ninna nanna della mamma, ospite in studio che, ovviamente, ha denigrato la ex fidanzata Szilvia e lodato il nuovo amore Margherita, l’insegnante di asilo di Andrea e il fratello di Margherita, che ha “benedetto” subito il nuovo cognato, al quale ha confessato di volergli bene, già prima della liason con la sorella: così tanto zucchero che, al telespettatore, il tasso di glicemia è salito alle stelle.

Ovviamente, però, come per ogni puntata che si rispetti, ecco le inevitabili polemiche: Andrea diventa letteralmente un manichino dove intorno a lui si scatena la solita bagarre tirata in piedi dai soliti guitti: Giuliano, con i suoi giudizi definitivi da Padreterno, Guendalina, in preda alla sua risata mefistofelica, Giordana, che deve prendersela sempre con qualcuno, e poi Roberto, Angelica e tanti altri, perchè c’erano, evidentemente, ancora molte poltroncine da riempire.

Si parte con un servizio con protagonista Szilvia che lascia indifferente il modello italo-giapponese. Si cerca, allora, di farlo sbroccare, con l’aiuto di Roberto (per chi è stato su Marte nelle ultime settimane, Roberto è colui che, nella casa, insinuò dubbi sulla fedeltà di Szilvia) ma niente, Andrea è ancora lì, impassibile. Intelligentemente, impassibile.

Lo zenit dell’inutilità si raggiunge con l’entrata di una certa Bubi o Booghy o Boogie Woogie: un ex fidanzata di Roberto, vera artefice della valanga che ha investito la storia d’amore di Andrea. Protagonista di un’entrata trionfale, neanche fosse Scarlett Johansson sul red carpet dell’Academy Awards, questa Bubi ha pronunciato tre parole in uno stentato italiano, tra i quali, l’inevitabile (o meglio, evitabile):

Non sono qui per farmi vedere…

Ogni volta che Bubi veniva derisa da Guendalina, Roberto si ergeva ad avvocato difensore, ricordando il prestigio dell’ospite, a lungo inseguito da tutte le televisioni italiane (!).

Successivamente, il tempo, che grazie a Dio scorre inesorabile, ha terminato questo teatrino avvilente.

Andrea Cocco, da Paolo Bonolis, ha confessato di voler fare l’attore. Se vuole raggiungere quest’obiettivo, e se non vuole farsi consumare da questi inutili salotti, gli resta una sola cosa da fare: scappare!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>