Grande Fratello 13, intervista a Modestina: “Ho vinto la mia sfida personale contro la diffidenza”

di Redazione Commenta

Ultima intervista per il Grande Fratello 13, è la volta di Modestina, la siciliana e la più silenziosa fra i concorrenti di ben tredici edizioni, ecco cosa ci ha detto.

Ti aspettavi la vittoria di Mirco?

A dire il vero non ho mai avuto una chiara percezione di chi avrebbe potuto vincere, anche se il fatto che le persone a me più care siano arrivate con me in finale mi ha reso felicissima.

È meritata?

Mirco è sempre stata una persona sincera corretta e leale; mi piace aggiungere che, in relazione al rapporto che abbiamo instaurato, la sua vittoria è anche la mia.

Cosa avresti fatto se avessi vinto il montepremi?

Premetto che non ho mai tralasciato i miei obiettivi, quindi se avessi vinto il montepremi l’avrei sicuramente impiegato per continuare i miei studi, magari in una scuola di recitazione in America senza dovere ancora gravare sulla famiglia che mi ha sempre sostenuta. Anzi, sarei stata entusiasta di poter fare finalmente io qualcosa per loro.

Alcuni tuoi compagni di avventura e il pubblico da casa ti ha criticato perché eri troppo “silenziosa”, come rispondi a queste critiche?

Spesso i pregiudizi sono qualcosa di difficile da combattere… a parer mio, invece, superate le insofferenze che avevano gli altri nei miei confronti, io mi vedevo all’opposto: ballavo cantavo scherzavo molto spesso. In particolare, le prime due settimane ho dovuto ambientarmi, mentre allo stesso tempo mi sentivo sempre col dito puntato contro. Non è stato facile subire tutte quelle nomination consecutive, ma alla fine tutto questo mi ha rafforzata consentendomi di arrivare fino in fondo.

L’amicizia con Mirco può trasformarsi in qualcos’altro?

Forse non ve ne siete accorti, ma tra noi è già nato qualcosa di bellissimo: la nostra amicizia, che è forte, allegra e sincera.

La casa, secondo te, era divisa?

Non mi è mai piaciuto parlare di gruppi e non vorrei iniziare adesso. Io parlerei di equilibri, effettivamente presenti e sempre in evoluzione. Per esempio alcune persone che in un primo mento erano diffidenti verso di me, alla fine si sono ricredute.

C’è qualcosa che hai fatto dentro la casa e di cui ti penti?

Non mi pento di nulla, vivevo momento per momento e sempre attenta a rimanere me stessa e corretta con tutti, anche se forse non tutti lo sono stati molto con me.

Con chi andavi d’accordo e con chi no?

Io, per indole, ho sempre accettato le differenze caratteriali di tutti. Pensando a chi non andava d’accordo con me… direi Francesca.

Cosa ti porti dentro di quest’esperienza?

Mi porto a casa la vittoria di una sfida personale contro la mia diffidenza; porto a casa delle vere amicizie, un’esperienza utile per il lavoro che vorrei svolgere e che spero mi aprirà qualche porta fortunata.

Cosa farai adesso?

Una doccia calda! Scherzo! Adesso continuerò a studiare dizione, recitazione, vorrei tanto diventare una brava attrice.

Ti piacerebbe continuare in TV?

Sì, mi piacerebbe molto. Ho iniziato con il reality per eccellenza e adesso vorrei fare qualcosa di diverso, ma sento anche il bisogno di migliorare le mie competenze. Mi piacerebbe conciliare gli impegni lavorativi con lo studio: canto, ballo e recitazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>