Insulta i poliziotti: “Non toccatemi sono il fratello di Fabrizio Corona”

di Alessandro Ribaldi Commenta

Fabrizio Corona è al centro delle cronache anche quando la sua libertà è decisamente limitata. A Venezia ieri un 38enne siciliano, con precedenti per guida in stato di ebrezza, stavo dormendo in auto ai margini di Via Castellana. Un passante quindi, pensando ad un malore, ha deciso di chiamare le forze dell’ordine per un controllo. Con l’arrivo della volante il protagonista di questa “siesta” si è scatenato in un vero e proprio show. “Non toccatemi, sono il fratello di Fabrizio Corona. Non sapete cosa può farvi, vi conviene lasciarmi stare”, con queste parole ha cercato infatti di spaventarli, pensando che un legame di sangue con il re dei paparazzi potesse portare a chissà quale vantaggio. 

L’uomo, visibilmente ubriaco, ha continuato a inveire finché i poliziotti hanno deciso di intervenire. Dopo averlo bloccato, uno degli agenti ha trovato nelle sue tasche una lama di 23 centimetri, ricavata da un profilato in alluminio modificato ad arte. Portato in questura, è stato denunciato per resistenza, oltraggio, minacce a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>