J-Ax: “Sono uscito dalla droga grazie a mia moglie”

di Sara Bianchessi Commenta

J-Ax, che in queste settimane è in vetta alle classifiche insieme al collega e amico Fedez con il loro nuovo album, parla del passato in cui è stato dipendente dalle droghe e da cui è uscito anche grazie alla moglie Elaina.

J-Ax, che in queste settimane è in vetta alle classifiche insieme al collega e amico Fedez con il loro nuovo album, parla del passato in cui è stato dipendente dalle droghe e da cui è uscito anche grazie alla moglie Elaina. Il rapper, intervistato da Il Corriere della sera, racconta:

Avevo avuto un successo incredibile con “Così com’è”. Un po’ come adesso con Fedez. E nella fase dell’ascesa tutti ti amano, o ti sopportano. Poi comincia l’opposizione. Ora riesco a gestirla; allora non capivo le gelosie, le cattiverie. L’ex amico che si offende perché hai meno tempo e ti dà del venduto, il giornalista che ti critica, il collega che ti attacca. Quand’è iniziata la discesa, mi sono ritratto nell’alcol e nella cocaina. Sono diventato un drogato. E drogarsi è come chiedere un po’ di pace alla morte. A 29 anni mi sentivo vecchio. E mi devastavo. Un cocktail, una botta. Facevo cose folli…

Per fortuna dalla dipendenza ne è uscito:

Fumo un po’ d’erba ogni tanto. Non è vero che si passa dalle canne agli stupefacenti. Alla cocaina e all’eroina si arriva attraverso l’alcol. Infatti non bevo più.

Un risultato raggiunto anche grazie all’incontro con la moglie:

Grazie all’incontro con la donna che ora è mia moglie. Lei è americana ma ci siamo conosciuti a Milano, a una cena. Ho cominciato a uscire solo per vederla. Abbiamo cercato emozioni lontano dalla droga.. Con il bungee-jumping: mi sono buttato con una corda dalla cascata del Toce, il secondo salto più alto d’Europa. Io davanti, mia moglie dietro. Subito pensi che stai morendo, e ti dai del coglione. Poi devi tirarti su di peso: così mi sono stirato la schiena. L’anno dopo ho provato il lancio con il paracadute: molto meglio. E poi il tunnel del volo, con il ventilatore che ti dà la sensazione della caduta.

Tutte esperienze sicuramente meno dannose della droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>