La Talpa 3: terza puntata. Esce Fiordaliso, Karina Cascella ancora in capanna Zulu

di Redazione 5

336 ore. Questo il tempo totale di attività della talpa all’inizio della terza puntata del reality.
Dopo i saluti di rito della Perego e della Barale, è lo stato di salute di Karina ad essere al centro dell’attenzione. La conduttrice chiede alla Cascella di decidere se rimanere o meno a Durban: Karina dice che ci penserà e, intanto, rassicura la sorella in studio.

La fine di questa settimana segna anche il rientro di Pasquale nella sala del fuoco.
In verità Laricchia aveva passato in solitudine le ultime ore, dal momento che gli Ndelu, ormai intolleranti al comportamento del pugliese e con molta nostalgia di Karina, avevano abbandonato la loro capanna e chiesto di incontrare il gruppo.

Esattamente come accaduto la scorsa settimana, anche durante questo prime time una delle possibili talpe viene convocata nella zona “tentazioni”. E’ Pamela Camassa.
Paola Perego le legge una lettera del fidanzato, ex gieffino, Filippo Bisciglia che scrive: “Non ti sento parlare di me, di noi. Parto e vado lontano, fammi un piacere togliti la mia collana dal collo“. Pamela in lacrime singhiozza: “Non riesco a spiegarmi tutto questo. In un reality non tutto viene mostrato. Lo amo e penso sempre a lui. Perchè non capisce“.E’ un duro momento per la showgirl che, di ritorno, spiega ai suoi compagni cosa sia successo. Da studio intanto, l’ex fidanzata di Filippo ne spiega il comportamento: “Filippo ha fatto soffrire e adesso sta soffrendo lui. Io dei loro sguardi me ne ero accorta“.


Presto però non è più tempo di lacrime ma di prova d’accesso: la “clessidra”.
I tre concorrenti in quel momento più sospettati dal pubblico – ovvero Karina, Pasquale e Fiordaliso – saranno legati ad un macchinario a forma di clessidra posto sopra una vasca. Ogni volta che la clessidra compirà un giro i concorrenti dovranno mantenere un certo tempo di apnea con la testa sott’acqua. Il problema è che la clessidra cambia continuamente direzione, velocità e tempo di permanenza immersa. Ciascun concorrente dovrà resistere almeno 2 minuti.
Pasquale ci riesce, Fiordaliso resiste appena 12’’, Karina, coraggiosamente decide di restare in Sudafrica e sostenere la prova, ma le toccherà resistere per ben 3’50’’ per recuperare il tempo “buttato” da Marina. Ci riesce (fa addirittura 3’59’’) ma la prova non viene considerata superata.

Tuttavia suscita una certa commozione in studio tra i genitori dei fratelli Angelucci che vedono nella Cascella un’altra figlia.

Sempre da studio Fioretta Mari difende la sua amica Fiordaliso: sostiene di conoscerla bene, sa che se fosse stata la talpa avrebbe agito diversamente.

Dietro l’angolo però ecco pronta la Grande Prova: “il viaggio dell’eroe”. Il premio è di 10.000 € e la prova si svolge in due manches.
I concorrenti vengono divisi in una squadra da 6 e un’altra da 5 componenti. Agli uomini toccherà trascinare un traino su cui deve restare in equilibrio l’eroe, che affronterà da solo l’ultimo ostacolo.
A causa del non superamento della prova d’accesso la quantità del peso legata al traino è pure aumentata.
Il primo gruppo è composta da: Pasquale (eroe), Franco Trentalance, Matteo Tagliariol, Fiordaliso, Karina Cascella, e Pamela Camassa. Purtroppo non superano la prova e 5.000 € finiscono nel bottino della Talpa.
Il secondo gruppo, invece, è formato da Clemente Russo (eroe), i fratelli Angelucci, Melita Toniolo, Natalia Bush. Stavolta la manche viene superata; è curioso, però, che il primo gruppo non ci sia riuscito nonostante avesse una persona in più: sarà una mossa talpesca? Gli indizi a carico di Pasquale aumentano…

Le prove comunque non sono finite. Paola Perego chiede di parlare da sola con Matteo Tagliariol (neanche i genitori sono più tanto sicuri che lui non sia la talpa, o almeno così dicono in studio).
Affida allo spadaccino una missione da 5.000 €: dovrà fare arrabbiare Clemente Russo raccontandogli di avere incontrato la sua fidanzata, di aver avuto la possibilità di farla vedere al pugile ma di aver rifiutato per non perdere 8.000 € (qui Tagliariol fa una gaffe: prima dice che si trattava di 8.000 €, poi dice 15.000 € e Russo lo nota ma è ormai accecato dall’ira per il suo “migliore amico qui in Sudafrica”).
Matteo riesce nella missione, Paola Perego rivela che era solo un imbroglio e il gruppo guadagna 5.000 €.

Tra l’altro, è tempo di comunicare l’esito della prova della notte della talpa. Bisognava restare in equilibrio su una trave da 10 cm fino all’alba. Doveva resistere almeno uno dei concorrenti.
Ci riescono in 3: Melita Toniolo, Matteo Tagliariol (che consigliava a tutti di fissare un punto immobile davanti a sé) e Pamela Camassa. La prova, dunque, è stata superata: 8.000 € guadagnati.

Inevitabilmente si arriva all’argomento Natalia-Franco: la bionda modella sostiene che tra loro c’è soltanto amicizia…Tra l’altro la Bush, Trentalance e la Toniolo avevano allestito nel pomeriggio una sorta di film porno improvvisato molto molto divertente! Dal canto suo Franco ammette che “tutti i maschi eterosessuali un pensierino su Natalia l’hanno fatto. Mi piacerebbe anche andare al sodo. Bisogna finalizzare”. Beh a quanto pare hanno già finalizzato…

In studio, intanto, rientra Kamilia Dupont: le viene mostrato un video con i momenti più belli passati a Durban ma anche con i confessionali dei compagni che ne lamentavano la falsità Il malumore comunque le passa quando fa il suo ingresso a sorpresa il fidanzato Vito, che elogia la sensibilità della sua ragazza.

Intanto è il momento del test finale che vede di fronte Karina Cascella (ancora una volta la più sospettata dal pubblico) e Fiordaliso (sospettata del gruppo con 5 voti): quest’ultima, per una risposta esatta di differenza viene eliminata.
Interessante la dichiarazione di innocenza della Cascella: “Io non so più cosa dire. Non si mente al fantastico gruppo che mi accompagna. Io non sono la talpa. Siete italiani?”. Alla bionda opinionista tocca dunque tornare nella capanna Zulu: gli Ndelu ne saranno contentissimi!

Il cerchio dei sospettati, però, si stringe: chi sarà la talpa?

Commenti (5)

  1. Ero sicurissimo che Fiordaliso non fosse la Talpa. All’inizio del gioco aveva per sbaglio mostrato un cerchio che coincideva con la lettera “o” della parola “no”.
    Comunque sia per me la Talpa è Matteo Tagliarol o Franco Trentalance.

  2. @ Matdz:
    Giusto, peccato che i concorrenti non lo potevano sapere sennò la mandavamo avanti fino alla fine e la facevamo vincere 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>