Laura Pausini, è partito da Milano il Simili Tour

di Sara Bianchessi Commenta

Sabato 4 giugno ha debuttato a Milano #PAUSINISTADI, il primo appuntamento del Simili Tour, il nuovo show evento che porterà Laura Pausini, partendo il 26 luglio da Toronto, in America per il Similares Us & Latin America Tour, e in autunno in Europa dal 7 ottobre a Madrid per il Simili European Tour, per un totale di 40 eccezionali concerti.

Al debutto mondiale sono già più di 300.000 i biglietti venduti in tutto il mondo. Le date italiane segnano un nuovo traguardo: dopo essere stata la prima donna a cantare a San Siro nel 2007, Pausini è la prima donna protagonista di un tour negli stadi italiani e raddoppia l’appuntamento al Meazza.

Sabato 4 e domenica 5 giugno sarà a San Siro, e poi a Roma e Bari con due ospiti d’eccezione:  sabato 11 giugno allo Stadio Olimpico con Biagio Antonacci e sabato 18 giugno all’Arena della Vittoria con Giuliano Sangiorgi.

Prodotto in tutto il mondo da F&P Group, lo show si svolge su un palco grandioso disegnato da Laura che ha curato personalmente la regia dello spettacolo.

Sul palco insieme alla cantante italiana più amata nel mondo 6 coristi, 11 musicisti e 30 performer per una produzione internazionale.

Ma il vero centro rimane la musica e sono 45 i brani che ripercorrono i 23 anni di carriera di Laura che, mai come in questa occasione, si concede completamente al pubblico durante oltre due ore di musica interamente prodotta e riarrangiata da Paolo Carta e Laura Pausini.

Alle chitarre, con Paolo Carta, Nicola Oliva; al pianoforte Fabio Coppini; alle percussioni Ernesto Lopez; alla batteria Carlos Hercules; alle tastiere Andrea Rongioletti; al basso Roberto Gallinelli. Ai cori sei voci straordinarie accompagneranno quella di Laura: Gianluigi Fazio, Monica Hill, Roberta Granà e Ariane Diakitè, già sul palco del 20 The Greatest Hits World Tour, che si arricchiscono della presenza di David Blank e Claudia D’Ulisse. La sezione degli archi è composta da: Giuseppe Tortora, Adriana Ester Gallo, Mario Gentili, Marcello Iaconetti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>